Un sequenziamento del Dna ha permesso di scoprire le cause della morte di un bambino avvenuta dieci anni fa. Le analisi sono state effettuate da un'equipe dell'azienda ospedaliera universitaria di Siena. Il piccolo, al momento del decesso, aveva solo 14 mesi. Ora la mamma, grazie all'aiuto dei medici toscani, ha saputo che il figlio era affetto da una una forma molto rara di miotonia congenita, una malattia neuromuscolare che gli provocava continui problemi respiratori.

Alessandra Renieri, direttore unità operativa di genetica medica, ha spiegato come si è arrivati al risultato: “Il nostro reparto ha preso in carico il caso, dopo la morte del bimbo, perché la madre chiedeva una diagnosi certa anche per definire il rischio di malattia per eventuali future gravidanze. Utilizzando la più avanzata tecnologia di sequenziamento del Dna, la next generation sequencing, combinata con la revisione critica delle cartelle cliniche e dei dati sanitari del bimbo, siamo riusciti a diagnosticare la malattia. Una rarissima forma di miotonia congenita, potenzialmente trattabile con farmaci quali inibitori dell'acetilcolinesterasi”.

Articoli correlati

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni