Visualizza

Teresa Petrangolini (Università Cattolica del Sacro Cuore): “il progetto pilota in Lazio e Toscana può essere una grande spinta per l’estensione dello screening a livello nazionale”

Teresa Petrangolini, Direttore Patient Advocacy LAB, ALTEMS, Università Cattolica del Sacro Cuore, elogia il progetto pilota di screening neonatale per l'atrofia muscolare spinale (SMA) al via in Lazio e in Toscana, augurandosi che queste due regioni facciano da volano per tutto il Paese. “Questo progetto – spiega Petrangolini – può essere davvero una grande spinta per l’estensione dello screening a livello nazionale. Si tratta di un’iniziativa davvero pregevole, che si è avuta grazie alla sinergia e all’unione creatasi attorno all'associazione Famiglie SMA, 'coagulatore' di forze e di energie”.

Molte sono state le difficoltà affrontate ma, grazie alla collaborazione tra più realtà, il progetto pilota relativo allo screening neonatale per la SMA è finalmente partito e permetterà di diagnosticare la malattia a poche ore dalla nascita. La diagnosi precoce è fondamentale, a maggior ragione se si pensa che oggi è disponibile in Italia il primo farmaco per la patologia, approvato da AIFA, che il Lazio sta già dispensando attraverso gli ospedali Gemelli e Bambino Gesù. Poter trattare presto i piccoli pazienti può voler dire salvare loro la vita.

Effettuare lo screening di circa 120-140mila bambini in due anni è l'obiettivo della sperimentazione che si svolgerà in Lazio e Toscana, e che si spera porti all'implementazione stabile della procedura in tutto il Paese.

Il video è stato realizzato grazie al contributo non condizionato di PerkinElmer.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni