USA - Gli scienziati del Salk Institute for Biological Studies hanno identificato una proteina che guida la formazione di tumori ipofisari nella malattia di Cushing, uno sviluppo che potrebbe fornire ai medici un obiettivo terapeutico per il trattamento di questa malattia potenzialmente letale.
La ricerca, pubblicata su PNAS, ha scoperto che la proteina TR4, uno dei 48 recettori nucleari del corpo umano,  è responsabile della produzione dell’ormone adrenocorticotropo (ACTH), che nei pazienti affetti dalla malattia di Cushing viene prodotto in eccesso, causando i tumori ipofisari.


Lo studio ha dunque individuato la relazione tra TR4 e l’ormone adrenocorticotropo, giungendo alla conclusione che per limitare l’effetto neoplastico dell’ormone ACTH in eccesso potrebbe essere sufficiente limitare l’espressione della proteina TR4.
Ricordiamo però che l’eccesso di ACTH (e cortisolo) può provocare anche altri sintomi invalidanti tra cui il diabete, l'ipertensione, l'osteoporosi, l'obesità e disturbi psicologici.
Nella malattia di Cushing la terapia di prima linea è rappresentata dalla rimozione chirurgica dei tumori, che vanta un tasso di remissione dell’80% circa.

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni