Il codice di esenzione della sclerosi sistemica è RM0120 ("Sclerosi sistemica progressiva").

PARIGI - Un recente studio condotto nel reparto di Reumatologia dell'Ospedale parigino “Cochin” e pubblicato su Annuals of the Rheumatic Disease, ha valutato sicurezza ed efficacia dei farmaci Tocilizumab e Abatacept usati per la cura della Sclerosi Sistemica (Ssc)- Poliartrite e della Ssc-Miopatia. La sclerosi sistemica è una malattia autoimmune per la quale al momento non esiste una cura definitiva. Esistono diversi trattamenti per alleviare i sintomi specifici, rallentare il decorso della malattia e migliorare la qualità di vita dei pazienti.

La sclerosi sistemica è una malattia in ambito autoimmune caratterizzata da danno a carico dei piccoli vasi e fibrosi della cute e degli organi interni. Tali alterazioni possono colpire anche l’organo sessuale maschile, con conseguente disfunzione erettile.
Di recente è stata posta attenzione nei confronti di tale problematica che, nonostante sia piuttosto frequente, spesso non viene riferita, indagata e trattata.  Di questa tematica si sta occupando in particolare il Prof. Ulrich Walker del Dipartimento di Reumatologia dell’Università di Basilea in Svizzera, con cui la Lega Italiana Sclerosi Sistemica Onlus ha di recente preso contatto .

Il punto della situazione al Convegno SIAIC svoltosi a Roma

ROMA - Promosso dalla Società Italiana di Allergologia e Immunologia Clinica (SIAIC), si è svolto, presso il Umberto I, Policlinico di Roma, un Convegno Annuale che ha riunito i maggiori esperti del settore e i rappresentanti dei pazienti, che si sono confrontati non solo sui temi consueti della malattia sclerodermica, della sclerosi sistemica e delle condizioni immunologiche inerenti, ma anche sulle questioni dell'allergia ai farmaci e sulla diagnostica molecolare delle allergie.

Pisa - Presso  l’unità di Reumatologia Universitaria dell’Azienda  Ospedaliera Pisana diretta dal Prof. Stefano Bombardieri –  già centro di riferimento  anche per le malattie autoimmuni sistemiche – si sta utilizzando il Laser ai fini di una ricerca condotta allo scopo di individuare parametri semplici e riproducibili che aumentino la  sensibilità nella diagnosi precoce di Sclerosi Sistemica e consentano di monitorare in modo attendibile la risposta al trattamento.

La Sclerosi Sistemica (SSc) è una malattia multisistemica associata a complicanze spesso significative. Poco si sa dell’aspetto nutrizionale nutrizionale di questa patologia. A tal riguardo il gruppo di Ricerca Canadese sulla  Sclerosi Sistemica ha effettuato uno studio trasversale multicentrico su 586 pazienti. Le persone affette  da SSc sono state visitate regolarmente,  le loro storie cliniche valutate  in dettaglio e sono stati compilati dei questionari.

Il gruppo di ricerca del policlinico Le Scotte di Siena guidato dai  Dott. Nicola Giordano e Claudio Corallo, ha recentemente indagato il rapporto tra la proteina osteopontina e la sclerosi sistemica, patologia conosciuta anche con il nome di sclerodermia.

I farmaci ACE-inibitori devono essere utilizzati con prudenza in pazienti con sclerodermia (anche conosciuta come sclerosi sistemica). Questo è l’avvertimento lanciato dall’ultimo congresso dell’American College of Rheumatology, secondo il quale il trattamento della crisi renale sclerodermica con ACE-inibitori può raddoppiare il rischio di mortalità.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni