Lo studio è stato condotto a Pisa e pubblicato su eLife

Un nuovo studio, condotto all'Università di Pisa e pubblicato sulla rivista eLife, ha chiarito alcuni dei meccanismi dei fotorecettori della retina. La ricerca, condotta da Sabrina Asteriti e Lorenzo Cangiano, (Dipartimento di Ricerca traslazionale e delle nuove tecnologie in Medicina e Chirurgia) in collaborazione con Claudia Gargini (Dipartimento di Farmacia), ha focalizzato la propria attenzione sull' interazione tra coni e bastoncelli.

 

”Abbiamo dimostrato - ha spiegato Lorenzo Cangiano - che i piccoli 'pori' che mettono in comunicazione diretta i 'bastoncelli' e i 'coni' determinano anche un trasferimento di funzionalita' fra questi due tipi di cellule. La scoperta di questi meccanismi fisiologici potra' aiutare a curare alcune malattie dell'occhio come ad esempio la retinite pigmentosa, e piu' in generale le varie patologie che coinvolgono i fotorecettori, dal momento che gli stessi pori permettono il passaggio di molecole fondamentali per la funzione cellulare”.

I bastoncelli e i coni sono due tipi di cellule fotosensibili che ci consentono di vedere in condizioni di luce molto diverse e servono dunque sia per la visione diurna che per la visione notturna. Rispondono a luci deboli consentendo solo una visione in scala di grigi; i coni al contrario reagiscono ad una luce piu' intensa e ci permettono di distinguere i colori.

"Benche' si sapesse gia' – ha continuato Cangiano - che i pori possono aprirsi o chiudersi al variare della luce ambientale, del ritmo sonno-veglia e di altri segnali biochimici, la loro importanza per la visione sinora non era ancora nota. Il nostro studio quindi oltre ad aprire la strada per nuove cure puo' aiutare a spiegare anche alcuni meccanismi del tutto naturali, come la capacita' di vedere in condizioni di luce intermedia come il crepuscolo".

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni