Lo studio continuerà grazie a Teva

Continua la ricerca di potenziali farmaci per il trattamento della malattia di Huntington. La società farmaceutica Teva ha acquistato, infatti, il farmaco Huntexil (acr16) e si impegnerà a garantire una nuova sperimentazionein fase 3 come richiesto da FDA ed EMA.


Quella che sembrava un’opportunità persa diventa ora una speranza concreta per i pazienti e le loro famiglie. Se confermati i dati della precedente sperimentazione, sarà molto più facile poi attendersi l'ingresso del farmaco in commercio. Ricordiamo che l'uso di Huntexil ha prodotto miglioramenti significativi nei pazienti nella coordinazione dei movimenti, un risultato mai ottenuto prima da altri farmaci e reso possibile dal contributo rilevante del gruppo diretto dal dr Ferdinando Squitieri, che in quell'occasione consentì l'ingresso in sperimentazione al più alto numero di pazienti al mondo.

 

Sportello legale

L'esperto risponde

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni