Buonasera, la contatto per avere cortesemente risposta ad una domanda. Da oltre tre anni soffro di lipedema agli arti inferiori per ora localizzato a livello delle cosce. La patologia si è scatenata in seguito a due infiltrazioni di cortisone alla spalla per problemi articolari. Ora io non so più come intervenire sulla patologia a lenta evoluzione, dieta e stile di vita sano non mi aiutano, allora mi chiedo: il trattamento di crio lipolisi può aiutarmi? Cordiali saluti.

Ornella

RISPONDE il Prof. Sandro Michelini dell’Ospedale S. Giovanni Battista di Roma, Presidente della Società Europea di Linfologia.

Probabilmente l'evento 'scatenante' è stato fortuito. Non vedo un nesso tra le due cose. E' molto difficile, non osservando personalmente il caso, esprimere pareri medici (ancor più sulle terapie). Mi creda: ho visto molte cose dare per scontate che scontate non erano (mi riferisco alle diagnosi). Un parere clinico non può essere dato (nell'interesse della persona) in maniera 'virtuale'. In ogni modo la crio lipolisi, come altri trattamenti, sono sintomatici.

Prof. Sandro Michelini

Per saperne di PIU' VAI ALLA SEZIONE LINFEDEMA EREDITARIO.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni