L’associazione LAM Italia invita i pazienti a partecipare alla raccolta

Grazie alla collaborazione di molti pazienti affetti la LAM – linfangioleiomiomatosi – è stato possibile raccogliere un cospicuo numero di campioni di saliva, necessari allo studio GWAS del Dott. David J. Kwiatkowski, volto a identificare varianti genetiche della malattia. Devono essere raccolti però, perché lo studio possa considerarsi completo, ancora 100 campioni.


Per questo LAM Italia - Associazione Italiana Linfangioleiomiomatosi – si occuperà nuovamente della raccolta dei campioni di saliva e invita i pazienti interessati a partecipare a contattare l’associazione all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Ricordiamo che per GWAS si intendo uno studio di associazione genome-wide (in inglese genome-wide association study, o GWAS), ovvero un'indagine di tutti, o quasi tutti, i geni di diversi individui di una particolare specie per determinare le variazioni geniche tra gli individui in esame.

Per ulteriori informazioni potete consultare http://www.lam-italia.org/lamitalia/.

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni