E’ stato approvato dalla Commissione Europea selexipag per il trattamento dell’ipertensione arteriosa polmonare in pazienti in classe WHO II e III, utilizzato in monoterapia o in associazione a inibitori della fosfodiesterasi 5 e/o con antagonisti del recettore dell’endotelina.

Sviluppato dalla biotech svizzera Actelion che nel 2008 ne aveva acquisito i diritti dalla società Nippon Shinyaku, il farmaco sarà messo in commercio con il marchio Uptravi.

Selexipag è un profarmaco che viene metabolizzato in un agonista selettivo del recettore prostanoide IP. E’ un farmaco orale, più facile da assumere rispetto agli analoghi della prostaciclina già disponibili e che vanno somministrati per via endovenosa.

La domanda di registrazione si è basata principalmente sui dati provenienti da uno studio di fase III, il  GRIPHON study, condotto su 1156 pazienti con ipertensione arteriosa polmonare il farmaco sperimentale selexipag ha ridotto del 39% la morbidità e la mortalità rispetto al placebo.

Per saperne di più leggi qui.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni