Via libera dell’Fda per entrambi gli inibitori del PCSK9, alirocumab ed evolocumab, al fine del loro impiego come potenti anticolesterolo. L’approvazione per Praluent (alirocumanb) dovrebbe arrivare il 24 luglio mentre quella per Repatha (evolocumab) e attesa per il 27 agosto.

Negli studi clinici registrativi sia Praluent e Repatha hanno ottenuto riduzioni del colesterolo delle lipoproteine ad alta densità (High-Density Lipoprotein Cholesterol, HDL-c) dell’ordine del 50-60% in aggiunta alla terapia con statine, rispetto alle sole statine. Un risultato eclatante.

Per saperne di più clicca qui.

Articoli correlati

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni