Il nuovo farmaco anti colesterolo di Amgen ha ricevuto l’opinione positiva da parte del CHIMP (Committee for Medicinal Products for Human Use) dell’EMA. Repatha, il cui principio attivo è l’anticorpo monoclonale evolocumab, appartiene a una nuova classe di farmaci noti come inibitori del PCSK9 che abbassano il colesterolo con modalità del tutto nuova rispetto alle statine in confronto alle quali risultano molto più efficaci.

Questo farmaco è stato sviluppato per i pazienti con forme di ipercolesterolemia familiare (omozigote ed eterozigote), che in Italia si stima siano tra i 120 e i 300mila soggetti, e per quei pazienti nei quali la terapia con statine sia insufficiente a controllare i livelli di colesterolo oppure non è tollerata. Si tratta di un anticorpo monoclonale umanizzato che inibisce la proproteina convertasi subtilisina/kexina di tipo 9 (PCSK9), la quale si lega ai recettori delle LDL, promuovendone la degradazione e, quindi, riducendo la capacità del fegato di rimuovere il colesterolo LDL dalla circolo sanguigno. Gli anti PCSK9 aumentano l'assorbimento di colesterolo da parte del fegato bloccandone la sua circolazione. Nei vari trial i cui risultati sono già stati pubblicati o presentati in congressi internazionali hanno dimostrato di poter ridurre il colesterolo in misura variabile dal 40 al 60%.

Per ulteriori informazioni consulta il comunicato stampa aziendale.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni