Nei giorni scorsi, l’azienda farmaceutica Pfizer ha reso noto che il farmaco anti-PCSK9 bococizumab per l’ipercolesterolomia familiare ha raggiunto l’end point primario in uno studio di Fase III i cui risultati sono stati resi noti recentemente dall’azienda americana.

Nello studio di Fase III denominato SPIRE-AI (autoiniettore), somministrato con una penna pre-riempita, bococizumab ha raggiunto gli endpoint co-primari: variazione percentuale del colesterolo LDL (LDL-C) dal basale a 12 settimane rispetto al placebo e proporzione di pazienti che utilizzano con successo la penna pre-riempita.

Lo studio SPIRE-AI è il secondo trial completato dei sei di Fase 3 previsti nel programma SPIRE, e sarà parte della domanda di registrazione del farmaco.
Per saperne di più clicca qui.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR 2020 - Instant book

Premio OMaR 2020 - Instant book

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni