Tutti i servizi sono già stati riorganizzati. E’ anche possibile avere il pirfenidone, unico farmaco ad oggi in commercio.

COSENZA – L’unità Operativa di pneumologia di Cosenza è stata momentaneamente trasferita presso il presidio ospedaliero S. Barbara di Rogliano, a 20 chilometri dal capoluogo della provincia cosentina. I pazienti affetti da fibrosi polmonare idiopatica possono però continuare a contare sul supporto di medici esperti, che hanno prontamente riorganizzato tutti i servizi per garantire continuità ed efficienza. L’ambulatorio dedicato alla Fibrosi Polmonare Idiopatica è infatti parte integrante della U.O. di pneumologia, diretta dal Dr. Francesco Romano e composta da 7 medici specialisti, 15 infermieri e 3 operatori socio sanitari.

“Dedicarci ai pazienti con fibrosi polmonare idiopatica – spiega il Dr. Francesco Romano – è divenuto necessario già qualche anno fa. Purtroppo sul nostro territorio non c’è stato in passato grande interesse per la patologie a probabilmente molti casi sono stati sottovalutati. Per questo io e i miei colleghi abbiamo deciso di attivare un servizio dedicato alla IPF e alle interstiziopatie polmonari che potesse farsi carico dei pazienti nel miglior modo possibile. Il nostro è anche uno dei centri calabresi di prescrizione ed erogazione del pirfenidone, unico farmaco attualmente commercializzato in Italia per il trattamento dell’IPF. Sono già una decina i pazienti entrati in terapia”.

“Oggi lavoriamo in stretto contatto con la fisiopatologia respiratoria, la pneumologia interventistica e la radiologia del nostro presidio, ma siamo anche in rete con l’Università Magna Grecia di Catanzaro e con i centri d’eccellenza per l’IPF più vicini a noi, come Napoli e Catania. La rete ci permette di essere sempre aggiornati e di poter contare sulla consulenza dei migliori specialisti italiani in questo ambito. Il nostro obiettivo, per il quale abbiamo già presentato un concreto piano di attuazione, è quello di attivare un vero e proprio PDTA per i pazienti con IPF, un percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale che garantisca il massimo livello di presa in carico.”

I pazienti che avessero necessità di mettersi in contatto con il team del Dr. Romano possono chiamare il numero 0984988250, o 3346140036, oppure inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni