Un intenso turn over di clinici della Chirurgia toracica e Centro trapianto polmone di Padova, diretto dal professor Federico Rea, ha effettuato un delicato trapianto di polmone utilizzando il sistema portatile di preservazione polmonare OCS™ Lung, evitando tempi di ischemia molto lunghi per i polmoni. Grazie a questo sistema di perfusione a caldo, i polmoni sono stati preservati per circa 6 ore prima di essere impiantati.

Il trapianto è cominciato alle 00.50 di un venerdì mattina di quest’estate. Alle 4.15 i polmoni hanno cominciato ad essere perfusi. Successivamente è cominciata l’attività di trapianto di polmoni nel paziente 61enne che soffriva di grave fibrosi polmonare idiopatica e l'operazione si è conclusa alle 15.45. I chirurghi sono riusciti ad utilizzare con successo gli organi di un donatore marginale portatore di Vad, che altrimenti avrebbero rischiato di essere inutilizzabili. Fortunatamente non c’è stata nessuna problematica intra-operatoria, così il paziente ricevente è stato prontamente estubato ed è potuto tornare in reparto dopo soli pochi giorni di terapia intensiva. Ora è stato dimesso ed è in buone condizioni.  

La notizia è riportata dal quotidiano online Padova Oggi il 29 luglio 2015.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni