6 ambulatori aperti gratuitamente al pubblico, 13 eventi realizzati sul territorio2,00 spirometrie gratuite effettuate e 15.000 euro donati alla ricerca

Si è conclusa con grande successo l’edizione 2014 della IPF week, settimana mondiale dedicata alla Fibrosi Polmonare Idiopatica, svoltasi dal 27 settembre al 5 ottobre.
Grande è stata la partecipazione: 8 associazioni di pazienti e 13 Centri Clinici Specializzati hanno dato vita a una settimana ricca di eventi di informazione, prevenzione, cultura e formazione. Sul territorio nazionale sono stati realizzati tredici eventi dedicati, e sei ambulatori sono stati aperti gratuitamente al pubblico, per far conoscere questa patologia che colpisce oggi 35.000 persone in Europa.

A Catania sono state eseguite 200 spirometrie gratuite, durante le due giornate in cui l’Associazione RespiRare è scesa in Piazza in collaborazione con l’equipe medica del Prof. Carlo Vancheri Centro di Riferimento Regionale per le Malattie Rare del Polmone dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele.
Tre gli eventi dedicati alla formazione dei medici di medicina generale: A Napoli, Padova e Torino sono state dedicate tre giornate alla formazione di chi, ancora troppo spesso, non conosce la patologia. Fornendo ai medici di medicina generale delle informazioni chiare e semplici sulla patologia è possibile migliorare la diagnosi: al primo sospetto infatti il medico sarà in grado di inviare il paziente presso un Centro Specializzato, dove il paziente sarà immediatamente preso in carico.
Tre sono stati anche gli incontri dedicati a pazienti e familiari, svoltisi presso l’Ospedale Monaldi di Napoli, il San Gerardo di Monza e il Morgagni Pierantoni di Forlì. In Veneto inoltre gli ambulatori pneumologici associati ad AIPO hanno aperto le proprie porte gratuitamente durante la mattinata del 30 settembre, mettendo a disposizione il proprio personale a pazienti e familiari.

A Pistoia la neonata associazione “Un Soffio di speranza per Emanuela”Onlus, ha donato, durante una cerimonia ufficiale, un assegno da 15.000 destinato alla ricerca scientifica sulle malattie rare polmonari condotta dal team della Prof. Paola Rottoli, presso il Policlinico Le Scotte di Siena.

Infine a Modena, sede dell’Associazione “Ama Fuori dal Buio” che ha presentato a Bruxelles la prima Carta Europea del Paziente con IPF ha dedicato l’intero week end alla fibrosi polmonare idiopatica. Sabato 4 ottobre l’associazione, nata dalla collaborazione con l'Azienda Ospedaliera Policlinico di Modena, ha dato vita a un vero e proprio OPEN DAY del Gruppo di Supporto Dedicato all’IPF. Il Gruppo di Supporto è  nato nel giugno 2013 per offrire a pazienti e familiari un'occasione di incontro, con l'obiettivo di creare una rete di sostegno, condividere esperienze e ricevere conforto da parte di una comunità di persone in grado di comprendere l'impatto di questa malattia sulla vita quotidiana. Gremito infine il Duomo di Modena, per il concerto "Fiato alla Speranza" che ha chiuso solennemente la settimana, domenica 5 ottobre.

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni