Monaco (Germania) – Alcuni casi di Fibrosi Polmonare Idiopatica potrebbero essere legati all’esposizione all’asbesto, meglio conosciuto come amianto. A portare l’attenzione sull’argomento è una ricerca presentata questa mattina al Congresso Internazionale dell’European Respiratory Society che, se confermata, potrebbe aprire la strada a un nuovo approccio terapeutico dedicato.
La ricerca in questione, realizzata dal team del Dottor Reynolds dell’Imperial College di Londra, presenta nuovi dati sulla mortalità dovuta a IPF e mesotelioma.

L’analisi rivela che in alcune regioni dell’Inghilterra e del Galles, particolarmente esposte all’abesto, i casi di morti per IPF sono parecchi di più rispetto alla media.
I ricercatori suggeriscono quindi la necessità di ulteriori approfondimenti, specie alla luce delle nuove possibilità terapeutiche dedicate all’IPF.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni