Si tratta di un sale utilizzato nell’industria militare e aerospaziale, ma anche per i fuochi d’artificio

CINA - L’esposizione al perclorato d’ammonio - sale di ammonio dell'acido perclorico, utilizzato nell’industria militare e aerospaziale come propellente, ma è usato anche per i fuochi d’artificio - potrebbe essere una causa dello sviluppo della fibrosi polmonare idiopatica, rara patologia la cui causa ancora non è del tutto nota.
Lo sostiene uno studio cinese, pubblicato su Archives of Environmental & Occupational Health, che ha testato gli effetti del perclorato d’ammonio su un gruppo di conigli da laboratorio.


Secondo le biopsie effettuate sugli animali la somministrazione della sostanza per via endotracheale ha innescato un meccanismo infiammatorio e un massiccio accumulo di fibroblasti e collagene, tipici della fibrosi polmonare.
Lo studio suggerisce quindi che il perclorato d’ammonio ha un forte effetto tossico dei polmoni e potrebbe essere una delle cause dell’insorgenza della fibrosi polmonare idiopatica.

Ricordiamo che sono in corso numerose ricerche sulle cause di questa rara patologia polmonari, molte delle quali suggeriscono un forte coinvolgimento dell’aspetto genetico.

Ulteriori informazioni sul perclorato d’ammonio sono disponibili a questo link.

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni