Si tratta di un’ottima notizia. Finalmente potremo offrire questa possibilità terapeutica ai molti pazienti che non hanno potuto accedere al trattamento con pirfenidone fino ad ora.” Commenta così Carlo Vancheri, Professore Ordinario di Malattie Respiratorie presso l'Università degli Studi di Catania, la notizia del completamento della discussione di Prezzo – Rimborso in Aifa del farmaco pirfenidone, per il trattamento della Fibrosi Polmonare Idiopatica.


Abbiamo atteso molto a causa delle lungaggini burocratiche: in Germania il farmaco è disponibile da un anno e mezzo, in Francia da diversi mesi. – prosegue Vancheri - Considerando che dall’approvazione dell’EMA sono passati due anni, siamo in enorme ritardo. Speriamo dunque che le fasi successive siano veloci e che il farmaco sia reso disponibile in tutte le regioni italiane.

“Presso il nostro centro sono circa 50 i pazienti rientrati nella procedura di uso compassionevole che ha permesso il trattamento con pirfenidone fino al settembre 2012. Da settembre ad oggi sono molti i nuovi i pazienti che attendono una speranza. C’è anche chi ha tentato di acquistare il farmaco all’estero, perché in Italia non era possibile ottenerlo in alcun modo. Speriamo dunque – conclude Vancheri – che a questa notizia segua rapidamente la reale messa a disposizione del farmaco per tutti i pazienti che possono beneficiare della terapia.”

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni