Boehringer Ingelheim ha reso noto che il farmaco nintedanib, già approvato dall'EMA per la cura della fibrosi polmonare idiopatica (IPF), ha dimostrato di ridurre di circa il 47% le esacerbazioni acute nei pazienti affetti da questa patologia.
L’esacerbazione acuta dell'IPF è un rapido deterioramento del quadro clinico con insufficienza respiratoria che di frequente ha una prognosi infausta. Si tratta della principale causa dell'ospedalizzazione dei pazienti affetti da questa patologia gravemente disabilitante.

Il dato positivo sul farmaco, ad oggi non ancora commercializzato in Italia, proviene da un’analisi combinata dello studio di fase II TOMORROW e due studi di fase III INPULSIS®, che hanno incluso un totale di 1.231 persone con IPF (723 trattati con nintedanib, 508 trattati con placebo). Questi dati hanno costituito la base per l'approvazione di nintedanib negli Stati Uniti, Europa, Giappone e altri paesi del mondo.

I dati combinati a un anno hanno mostrato che nintedanib ha ridotto significativamente del 47%, rispetto al placebo il rischio di una riacutizzazione da IPF. Meno persone nel complesso sperimentato una riacutizzazione. La percentuale di persone con almeno una riacutizzazione è stata del 4,6% nel gruppo nintedanib e 8,7% nel gruppo placebo.

"Ridurre il rischio di esacerbazioni è un importante obiettivo terapeutico nella gestione della fibrosi polmonare idiopatica a causa della loro imprevedibilità e dell’impatto devastante sul decorso della malattia. Le esacerbazioni acute spesso portano alla morte nel giro di pochi mesi", ha spiegato Luca Richeldi, professore di Medicina respiratoria presso l'Università di Southampton, Regno Unito.

Il profilo di sicurezza e tollerabilità del nintedanib  nell'analisi combinata era coerente con i risultati di sicurezza delle singole prove domani e INPULSIS, con la diarrea è l’evento avverso riportato più frequentemente.

Per ulteriori informazioni si prega di consultare il comunicato stampa aziendale.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni