La Giunta regionale decide di mettersi in pari con i territori più virtuosi

La Sardegna si mette in linea con le Regioni italiane più virtuose. La Giunta regionale guidata da Francesco Pigliaru, su proposta dell'assessore regionale della Sanità, Luigi Arru, ha infatti approvato una delibera che prevede l'attivazione dello screening neonatale della fibrosi cistica (per scoprire di più su questa patologia visita la sezione del nostro sito).

Il provvedimento licenziato dall'esecutivo regionale prevede che l'esecuzione degli esami diagnostici avranno come riferimento regionale l'ospedale Pediatrico Microcitemico “Antonio Cao” dell’Azienda Ospedaliera Brotzu, con il compito di eseguire i test a tutti i nuovi nati della Sardegna. Il laboratorio di Genetica e Genomica del Microcitemico si occuperà anche dell'analisi molecolare nella conferma diagnostica dello screening neonatale della Fibrosi Cistica (esami di II Livello). Per la Sardegna si tratta di un vero e proprio cambio di passo. Sino ad oggi nessun nuovo nato veniva infatti sottoposto ad accertamenti su questa patologia. Una violazione della legge evidenziata nell'ultimo Rapporto SIMMENS-Società italiana per lo studio delle malattie metaboliche ereditarie e lo screening neonatale: documento che potete consultare integralmente a margine dell'articolo in cui vi avevamo raccontato dei dati raccolti.

L'Isola non era l'unica a non fare nessun tipo di controllo sulla fibrosi cistica. Sempre secondo il Rapporto della SIMMENS, nel 2014 non venivano effettuati screening per la FC nemmeno in Puglia, Basilicata e Abruzzo.

Articoli correlati

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni