E’ stato pubblicato sulla rivista specializzata Haemophilia: the official journal of the world federation of haemophilia uno studio che ha indagato la validità della scala di valutazione per l'aderenza al trattamento profilattico (VERITAS-Pro) in una popolazione di bambini olandesi affetti da emofilia.
Lo studio, condotto dai ricercatori del Dipartimento di Ematologia Pediatrica dell’Erasmus MC - Sophia Children's Hospital di Rotterdam (Paesi Bassi), è stato realizzato partendo dall’idea di base che una corretta aderenza alla terapia è strettamente correlata ad un miglioramento della qualità di vita dei pazienti e del costo-beneficio del trattamento. Proprio per questa ragione, spiegano gli autori, è importante quantificare e monitorare e assicurarsi di utilizzare mezzi validi a questo scopo.

Per valutare il tasso di aderenza alla terapia è stata quindi utilizzata dai ricercatori la scala definita ‘Validated Hemophilia Regimen Treatment Adherence Scale—Prophylaxis’ (VERITAS-Pro).

I bambini affetti da emofilia di età compresa tra 1-18 anni sono stati inclusi in tre Centri di trattamento per la patologia e sono stati sottoposti a terapia sostitutiva profilattica del fattore di coagulazione per più di 1 anno.

La scala di aderenza alla terapia profilattica (VERITAS-Pro) è stata impiegata secondo le linee guida internazionali.
Tale scala è costituita da un totale di sei sottoscale ('Tempo', 'Piano', 'Dose', 'Ricordato', 'Trascurato' e 'Comunicazione'), ciascuno con quattro voci. Punteggi più bassi riflettono una maggiore aderenza alla terapia.

Su 60 bambini analizzati nello studio, con età media di 10 anni, il tasso di risposta globale è stato dell'85% e i risultati ottenuti hanno confermato la validità della scala VERITAS-Pro. Infatti i bambini che avevano ottenuto un punteggio più alto nella scala erano quelli che, effettivamente, risultavano (da registro infusioni) essere meno aderenti alla terapia.

Per quanto riguarda la coerenza interna della scala e l’affidabilità, l’analisi dell'attendibilità (Alpha di Cronbach) risultava adeguata rispetto al punteggio totale e alle sottoscale 'Skip' e 'Communicate'.

Infine, la correlazione test/ ri-test risultava significativa per tutte le scale tranne per la sottoscala 'dose'.

Lo studio ha dunque dimostrato l'applicabilità di VERITAS-Pro, anche al di fuori degli Stati Uniti, nella quantificazione dell'aderenza alla terapia profilattica nella popolazione pediatrica.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni