Natale Parent Project

Dal 7 dicembre al 6 gennaio, alla tradizionale campagna si affiancherà una raccolta fondi digitale su Facebook

Parent Project Aps, l’associazione di pazienti e genitori di bambini e ragazzi affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker, sta realizzando una nuova edizione della campagna di raccolta fondi “Il Natale di Parent Project”.

L’emergenza legata al Coronavirus ha avuto un forte impatto anche sul Terzo Settore. Anche la comunità di pazienti legata a Parent Project ha dovuto rinunciare negli ultimi mesi a tanti appuntamenti, così come a campagne ed eventi di grande rilievo sul bilancio annuale. La rete, però, non si è mai fermata: attività e servizi si sono trasferiti su piattaforme online e sono state tante le iniziative messo in atto per continuare a garantire il supporto e l'informazione ai pazienti e alle loro famiglie in un periodo dalla grande complessità. Quello natalizio è un periodo cruciale, per l’associazione, per raccogliere il sostegno necessario a poter portare avanti tutte le proprie attività e continuare a crescere.

In queste settimane si sta concludendo la diffusione in tutta Italia, per raccogliere fondi, di prodotti natalizi e solidali - panettoni, pandori, torroni di cioccolato e altre delizie - secondo il claim della campagna 2020 “Il Natale…dove arriva, arriva!”- La comunità di pazienti, famiglie, volontari, amici e sostenitori di Parent Project sta seguendo – simbolicamente - sui canali social i viaggi dei folletti (da tempo simbolo di questa iniziativa) intenti a consegnare ovunque panettoni e altre prelibatezze. Dal 7 dicembre al 6 gennaio, alla campagna tradizionale si affiancherà una raccolta fondi digitale, sulla piattaforma offerta da Facebook. In pochi clic, chiunque lo desidera potrà donare una quota libera e invitare la propria rete personale a fare altrettanto. Sarà possibile effettuare una donazione anche attraverso il profilo Instagram di Parent Project, seguendo le indicazioni riportate nelle Storie.

A sostenere la diffusione dell’iniziativa rivolta al mondo dei social media ci saranno anche due eventi online a ridosso del Natale. Venerdì 18 dicembre alle 11 la band Conosci Mia Cugina proporrà un live show dedicato interamente allo swing italiano dagli anni ’30 agli anni ’50. Un matinèe musicale online che si svolgerà nella cornice dell’Elegance cafè jazz club di Roma e che verrà trasmesso in diretta sui canali YouTube e sulle pagine Facebook della band e dell’associazione.

La band dei Raggi Fotonici – storici autori e interpreti di celebri sigle TV, dall’Ape Maia alle Tartarughe Ninja a Gumball – ha scelto di supportare Parent Project organizzando, insieme all’associazione ed in collaborazione con Gruppo Teorema, per domenica 20 dicembre, un evento online dedicato a piccoli e grandi, con momenti musicali, spazi dedicati all’informazione, ospiti direttamente dal mondo del cinema d’animazione e altre sorprese, in attesa del Natale. L’evento verrà trasmesso in diretta dal canale YouTube della band e condiviso anche attraverso i canali social media di Parent Project. Lo show digitale si avvarrà per altro di una messa in scena d’autore, quella del regista Gianni Aureli.

Le donazioni raccolte andranno a sostenere sia i progetti di ricerca scientifica già attivi, sia le altre attività essenziali dell'associazione per pazienti e famiglie, come quelle portate avanti dal Centro Ascolto Duchenne, che con la sua rete affianca oltre 700 famiglie nel territorio nazionale offrendo gratuitamente consulenza psicologica, legale, educativa, informazioni e formazione per genitori, medici, operatori del servizio sanitario nazionale e insegnanti.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni