Citomegalovirus, AntiCito OnlusIl Citomegalovirus (CMV) è un virus appartenente alla famiglia degli Herpesviridae. Si tratta di un agente infettivo molto comune: nei Paesi sottosviluppati il 90-100% della popolazione ne è contagiata, mentre in quelli occidentali il 60-80% degli adulti presenta anticorpi anti-Citomegalovirus nel siero. I sintomi, in età adulta e anche nell’infanzia, sono simili a quelli dell’influenza o della mononucleosi. Il virus è però particolarmente pericoloso se contratto dal feto, con una trasmissione verticale madre – figlio: in questo caso si parla di Citomegalovirus congenito in gravidanza.

Consulta il nostro servizio L'ESPERTO RISPONDE: clicca QUI per accedere alla sezione dedicata al Citomegalovirus congenito.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui.

Solo i casi sintomatici fin dalla nascita gravi vengono riconosciuti con la valutazione clinica

Tra i bambini nati con l’infezione da citomegalovirus congenito (CMV), contratta per via materna durante la gravidanza, circa il 15% presenta sintomi gravi già alla nascita. Questi bambini rischiano di sviluppare danni neurologici a lungo termine, che può provocare loro disabilità severa.
Non tutti i bambini affetti da CMV presentano però alla nascita sintomi così gravi da essere immediatamente riconosciuti come tali. Spesso le sintomatologie lievi vengono trascurate, anche se possono trasformarsi in danni gravi, come la sordità. Per questo le pubblicazioni più recenti sostengono la necessità di uno screening neonatale per il citomegalovirus.

Diagnosi precoce e prevenzione sono essenziali. Negli USA il CMV costa 2 miliardi di dollari all’anno

CANADA - Delia J. fa l'infermiera in un grande ospedale, ha lavorato nel reparto emergenze fino all'inizio del terzo trimestre di gravidanza. Una gravidanza serena fino a quando un esame con ultrasuoni ha rilevato diverse anomalie nella crescita del bambino, che è poi nato privo di vita alla 36esima settimana.
Sandy S. è invece maestra all'asilo e mamma di Jane, una bimba di un anno che fatica ad avere interazioni sociali e ha problemi di linguaggio a causa di una grave forma di sordità sensori-neurale. Delia racconta di non essere sempre riuscita, durante le emergenze in cui anche i secondi sono fondamentali, a lavarsi le mani quando avrebbe dovuto, Sandy invece non aveva mai sentito parlare del citomegalovirus, che ha probabilmente contratto dai bambini nel suo asilo e ora entrambe, come migliaia di donne nel mondo, ne devono affrontare le tragiche conseguenze.

La sordità è una delle conseguenze più comuni all'infezione contratta in gravidanza. Un team israeliano ha ottenuto miglioramenti nell'83 per cento dei casi mediante terapia con ganciclovir/valganciclovir

ISRAELE - L'infezione da citomegalovirus (CMV), contratta dalla madre in gravidanza e trasmessa al feto, è una delle principali cause di perdita dell'udito sensorineurale infantile nei paesi industrializzati, essendo responsabile del 15-25 per cento dei casi negli Stati Uniti.
La maggior parte dei bambini presenta i sintomi già alla nascita, tuttavia in una minoranza dei casi la perdita graduale dell'udito può insorgere anche mesi o anni dopo la nascita ed essere difficile da diagnosticare.

REGNO UNITO - In un articolo recentemente comparso sul "Journal of Clinical Virology", gli esperti del dipartimento di Virologia del Northern General Hospital di Sheffield rispondono a 5 quesiti sull'infezione da citomegalovirus (CMV) in gravidanza, dai test diagnostici alle terapie disponibili.

In America esponenti di istituzioni, ricerca, industria e associazioni di pazienti si sono incontrati per analizzare gli aspetti di un'eventuale campagna di vaccinazione

STATI UNITI - Il virus del citomegalovirus umano (CMV), che ogni anno colpisce 30000 neonati solo negli Stati Uniti provocando circa 400 morti e 5000 disabilità permanenti, è considerato uno dei target ad alta priorità nella salute pubblica.
L'anno scorso alcuni esponenti delle università, dell'industria, della ricerca e delle associazioni di pazienti americane si sono riuniti nell'ambito di un incontro multidisciplinare organizzato dalle istituzioni governative, allo scopo di definire e analizzare le priorità e le criticità collegate allo sviluppo di un vaccino contro il CMV. I risultati sono stati riassunti dal Dr.Philip R. Krause del "Centro per la Valutazione Biologica e la Ricerca" della Food and Drug Administration (FDA) e pubblicati recentemente sulla rivista "Vaccine".

Il calendario 2014 realizzato per sostenere l’associazione AntiCito Onlus. E' possibile acquistarlo su www.rugbyforlife.it

Un 2014 all’insegna della prevenzione e del supporto alle famiglie che affrontano la battaglia del citomegalovirus, un agente infettivo molto comune che se contratto in gravidanza può comportare gravissime problematiche per il nascituro.
Per questo i campioni della nazionale italiane di rugby dedicano il loro calendario 2014 al sostegno di AntiCito Onlus, associazione che da anni si impegna a promuovere la prevenzione e a far conoscere l’esistenza della terapia, che In italia molti medici purtroppo ancora ignorano.

All’Ospedale San Salvatore dell’Aquila test gratuiti grazie al contributo di Biotest

L'Aquila - All'Ospedale San Salvatore si eseguono esami gratuiti sulle gestanti, volti a prevenire e curare l'infezione da  Citomegalovirus. Il servizio è attivo dallo scorso anno ed è sotto il controllo del Prof.Giovanni Nigro, direttore del reparto pediatrico dell'ospedale che, grazie al contributo di Biotest, ha dato vita a un vero e proprio servizio di screening.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR 2020 - Instant book

Premio OMaR 2020 - Instant book

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni