Il farmaco, C1 esterase inibitore ricombinante, è approvato per il trattamento degli attacchi acuti di angioedema

Ad annunciarlo sono state Salix Pharmaceuticals e Pharming Group NV: l’agenzia statunitense del farmaco (Food and Drug Administration) ha approvato RUCONEST ® (C1 esterasi inibitore [ricombinante]) 50 UI / kg per il trattamento degli attacchi acuti di angioedema in pazienti adulti e adolescenti con angioedema ereditario (HAE).
"Siamo lieti che RUCONEST ® fornisca alla comunità HAE con un'altra opzione approvata dalla FDA per il trattamento dei dolorosi e debilitanti attacchi di angioedema ereditario”, questa la dichiarazione del presidente della US HAE Association Anthony Castaldo, un ente privo di scopo di lucro che raccoglie oltre 5000 pazienti statunitensi affetti da angioedema ereditario.

RUCONEST ® è un inibitore della C1 esterasi ricombinante che può essere somministrato dal paziente dopo aver ricevuto una formazione da un operatore sanitario. Attacchi di angioedema ereditario derivano da una carenza della proteina C1 inibitore nel sangue. HAE è una rara malattia genetica ereditaria che è spesso non diagnosticata correttamente fino a tardi nella vita di un paziente come i sintomi di un attacco in grado di rispecchiare qualcuno vivendo una reazione allergica. Grave, doloroso gonfiore può verificarsi in qualsiasi momento, il che significa che la maggior parte delle persone affette da HAE fare con la paura costante di quando il loro prossimo attacco potrebbe emergere e come questo possa mettere in pericolo la loro vita e coloro che li circondano.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il comunicato stampa aziendale.

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni