Le malattie croniche sono patologie che presentano sintomi costanti nel tempo e per le quali le terapie non sono quasi mai risolutive.
L'incidenza di queste patologie, che possono essere di origini molto diverse, è molto alta. Le malattie croniche rappresentano circa l'80 per cento del carico di malattia dei sistemi sanitari nazionali europei.

Medici

Le Regioni hanno nuovamente sospeso esami e cure ritenute non urgenti. AMICI, ANMAR, APIAFCO, APMAR e Salutequità si mobilitano affinché venga garantita la giusta assistenza ai malati

Bologna - Sono cinque milioni e mezzo i pazienti affetti da malattie dermatologiche croniche (come psoriasi, dermatite atopica e artrite psoriasica), malattie reumatiche e malattie infiammatorie croniche dell’intestino, di cui più di 1 milione con patologia in forma grave, nuovamente penalizzati dal blocco delle prestazioni messe in atto da 17 Regioni al fine di procedere alla riconversione dei reparti ordinari in reparti destinati ai soli malati COVID. 

Diabete

Il presidente dell’Associazione: “Se è vero che disponiamo della telemedicina, la visita in presenza resta indispensabile”

Milano - “Non chiudete le diabetologie italiane a causa del COVID”. Lancia un accorato appello il Presidente di FAND-Associazione Italiana Diabetici, Emilio Augusto Benini, in previsione del serio rischio che diverse regioni possano a breve entrare in zona arancione a causa della pandemia.

Elettrocardiogramma

Il farmaco è approvato per il trattamento della patologia in pazienti adulti con e senza diabete di tipo 2

Milano – L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha approvato la rimborsabilità di dapagliflozin per il trattamento dello scompenso cardiaco cronico sintomatico con ridotta frazione di eiezione (HFrEF) negli adulti con e senza diabete di tipo 2 (DMT2). La decisione dell’AIFA si basa sui risultati positivi dello studio di Fase III DAPA-HF, pubblicato su The New England Journal of Medicine, e segue la raccomandazione per l’approvazione espressa dal Comitato per i Medicinali per Uso Umano dell’Agenzia Europea per i Medicinali. 

Il mio futuro sei tu

Obiettivo dell'iniziativa: fare cultura sull’importanza dei lasciti solidali

Il futuro sei tu”. Parte la nuova campagna di informazione per fare cultura sull’importanza dei lasciti solidali al fine di garantire il sostegno a tutte le persone che in Italia lottano quotidianamente contro la sclerosi multipla. “Il mio presente è la sclerosi multipla, il mio futuro sei tu. Con un lascito ad AISM tu sarai quella cura che ancora non c’è”. È il messaggio della campagna che ha l'obiettivo di aumentare la consapevolezza, in ogni cittadino, sull’importanza di fare testamento e di poter decidere di contribuire a migliorare il futuro di molte persone con sclerosi multipla e dei loro familiari, affidando il proprio impegno a una semplice volontà mediante un lascito solidale.

Dolore cronico

Infiammatorio, neuropatico, misto o nociplastico: il dolore reumatologico ha tante cause, l’importante è trattarlo quanto prima

Roma – In Italia, il dolore cronico interessa un paziente su 4 per un periodo di circa 8 anni, e più di un quinto della popolazione ne soffre per più di 20 anni. Il dolore è uno dei motivi principali per cui i pazienti affetti da patologie reumatiche si rivolgono al medico. Chi lo valuta, spesso, è lo specialista reumatologo che, attraverso la diagnosi, individua la terapia più appropriata per la persona che ne soffre. Può avere tante cause che lo originano: infiammatoria, come nel caso di un’artrite, di un’artrosi o di una lombalgia, o neuropatica, come accade nella sindrome del tunnel carpale o per un’ernia discale che comprime una radice nervosa; oppure può avere una genesi mista, come capita, per esempio, quando si associano più problematiche, non solo reumatologiche. E non è ancora tutto, c’è anche il dolore nociplastico, che presenta un’alterazione della nocicezione (i sistemi neurobiologici coinvolti nella percezione del dolore stesso), caratteristico di chi soffre di fibromialgia.

Bambino

Sul New England Journal of Medicine i risultati di uno studio internazionale a cui ha partecipato anche l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

Una buona notizia per i bambini con asma grave che non rispondono alle attuali terapie: l’uso di un farmaco, dupilumab, già utilizzato nel trattamento della dermatite atopica e dell’asma negli adulti, riduce drasticamente i sintomi e gli accessi ospedalieri. I risultati dello studio multicentrico internazionale, a cui ha partecipato l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine.

Pranzo di Natale

Necessari il vaccino anti-COVID e le norme di prevenzione, ma non lasciare soli i pazienti nei giorni di festa 

Roma - Per chi soffre di disturbi neurologici motori o cognitivi, le prossime festività di Natale possono rappresentare momenti di incertezza e di difficoltà. La Società Italiana di Neurologia (SIN) suggerisce a chi convive con patologie neurologiche croniche, ai loro familiari e caregiver, alcune precauzioni e attenzioni per vivere i giorni di festa con maggiore serenità.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni