Le malattie croniche sono patologie che presentano sintomi costanti nel tempo e per le quali le terapie non sono quasi mai risolutive.
L'incidenza di queste patologie, che possono essere di origini molto diverse, è molto alta. Le malattie croniche rappresentano circa l'80 per cento del carico di malattia dei sistemi sanitari nazionali europei.

Laboratorio dell'Ospedale Bambino Gesù

Messa a punto dal Bambino Gesù con il MIT di Boston, la tecnica consentirà di sperimentare la sospensione della terapia antiretrovirale nei piccoli pazienti

Una nuova speranza di trattamento per i bambini affetti da HIV arriva dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in concomitanza della Giornata Mondiale contro l’AIDS. Medici e ricercatori sono riusciti a mettere a punto una nuova procedura in grado di caratterizzare la carica virale residua e la risposta immunitaria protettiva a essa associata presente nei pazienti, individuando quei bambini in cui il residuo virale risulta “dormiente” e quelli in cui tale residuo comporta, se non adeguatamente trattato, un rischio di recidiva della malattia. I risultati di questa nuova procedura verranno presentati nella prossima edizione della Conference on Retroviruses and Opportunistic Infection, che si terrà a Seattle il prossimo mese di febbraio. Nel corso del 2023 partirà al Bambino Gesù la prima sperimentazione per la sospensione della terapia antiretrovirale nei bambini con riserva virale “dormiente”.

Dottoressa Patrizia Alvisi

Un nuovo filone di ricerca sta studiando l’efficacia di specifici approcci dietetici per il trattamento di queste patologie

L’alimentazione è un elemento importante nella genesi di tante malattie intestinali, fra cui le malattie infiammatorie croniche dell’intestino (MICI), e per questo motivo è sempre più oggetto di interesse scientifico. Inoltre, è importante garantire un adeguato supporto nutrizionale per migliorare la risposta dell’organismo ad eventuali malattie. La valutazione dello stato nutrizionale del paziente, quindi, richiede una particolare attenzione, soprattutto nel bambino a cui deve essere garantita una crescita ed uno sviluppo adeguati.

Anti-stigma Award

Il progetto e la campagna hanno ricevuto il riconoscimento nell’ambito dell’Anti-stigma Award

Noi di Federazione Alzheimer Italia lavoriamo ogni giorno perché sempre più cittadini siano consapevoli di cosa significa vivere con la demenza, con l’obiettivo di combattere lo stigma che ancora circonda i malati e le loro famiglie. La campagna #nontiscordaredivolermibene e il progetto e omonimo sito Dementia Friendly vanno in questa direzione: solo nell’ultimo anno abbiamo raggiunto e sensibilizzato milioni di persone che ci stanno aiutando a costruire la prima comunità di Amici delle Persone con Demenza in Italia. Questo premio ci onora e ci sprona a continuare e fare sempre meglio”. Così la presidente Gabriella Porro esprime la soddisfazione della Federazione Alzheimer Italia per il riconoscimento assegnato alla campagna #nontiscordaredivolermibene nell’ambito dell’Anti-stigma Award.

farmaci sclerosi multipla

Il trattamento precoce con il farmaco evidenzia una riduzione della progressione di malattia in pazienti affetti dalla forma recidivante-remittente

Monza - Roche ha annunciato nuovi dati su ocrelizumab relativi alla progressione della malattia nei pazienti con sclerosi multipla (SM) recidivante-remittente (SMRR) in fase iniziale, nonché alla sicurezza a lungo termine in tutti gli studi clinici condotti su pazienti con sclerosi multipla recidivante (SMR) e primariamente progressiva (SMPP). Inoltre, i risultati provenienti da un ampio database di esiti di gravidanza in donne con SM trattate con ocrelizumab sono coerenti con i dati epidemiologici relativi alle donne in gravidanza e sono stati presentati al 38° Congresso dello European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis (ECTRIMS).

Diamo uno strappo alla SM

Ideata da Janssen Italia, in collaborazione con l’artista Nazario Graziano, l’iniziativa invita i pazienti ad aprirsi alle persone vicine e ai caregiver

Milano – Oltre un milione di persone in Europa e circa 133.000 in Italia sono colpite da sclerosi multipla (SM), una patologia infiammatoria e neurodegenerativa autoimmune che colpisce il sistema nervoso centrale. Con una prevalenza in Italia di 215 casi ogni 100mila abitanti, la SM risulta avere un impatto sociale decisamente rilevante. Ciò è ulteriormente aggravato, dal punto di vista psicologico ed emotivo, dalla difficoltà che le persone con SM a volte incontrano nel tentare di esprimere il proprio stato d’animo in merito al convivere con la patologia. Gli attacchi dovuti alla SM possono infatti colpire in ogni momento, costituendo delle vere e proprie interruzioni che imprevedibilmente interrompono il normale flusso della vita, creando malessere, ansia e disagio alle persone affette dalla patologia.

Giornata Mondiale dell’Ictus

SIN e ISA fanno il punto sulla patologia, che in Italia colpisce circa 185.000 persone all’anno

Roma - In occasione della Giornata Mondiale dell’Ictus che si celebra sabato 29 ottobre, la Società Italiana di Neurologia (SIN) e l’Italian Stroke Association (ISA) fanno il punto su questa terribile patologia che, solo nel nostro Paese, colpisce ogni anno circa 185.000 persone e che ha causato conseguenze invalidanti a circa un milione di pazienti.

Dott. Ennio La Pia

Dott. Ennio La Pia (Udine): “Nel 90% dei casi il dermatologo deve ricercare il fattore che ha indotto la patologia”

Michael Jackson è una delle celebrità che maggiormente ha contribuito a condurla sotto i riflettori ma la modella Winnie Harlow è riuscita a fare di questa malattia autoimmune (della quale soffre dall’età di quattro anni) un’opportunità lavorativa, portandola in passerella e sfidando i pregiudizi sulla bellezza così radicati nell’universo della moda: stiamo parlando della vitiligine, una condizione autoimmune che è provocata dalla perdita di melanociti, cellule che determinano la pigmentazione della pelle, e che è caratterizzata dalla comparsa di macchie chiare, diffuse o localizzate, a livello della cute. Sono in molti a soffrire di questa malattia: le stime della Vitiligo Research Foundation parlano di circa 100 milioni di persone in tutto il mondo. La diagnosi, tuttavia, non è sempre così rapida e, soprattutto, non c’è ancora chiarezza sull’esatta origine della malattia.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni