Le malattie croniche sono patologie che presentano sintomi costanti nel tempo e per le quali le terapie non sono quasi mai risolutive.
L'incidenza di queste patologie, che possono essere di origini molto diverse, è molto alta. Le malattie croniche rappresentano circa l'80 per cento del carico di malattia dei sistemi sanitari nazionali europei.

SIN

I pazienti d'età superiore ai 60 anni, con disabilità e comorbidità hanno un rischio maggiore di presentare un decorso grave dell'infezione

Domenica 30 maggio si è celebrata la Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla e, in questa occasione, la Società Italiana di Neurologia (SIN) si è soffermata sulla relazione tra questa patologia e il COVID-19, relazione sulla quale ha già indagato attraverso lo studio MuSC 19 promosso con l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) e la Fondazione FISM. Sembra ormai confermato che, in generale, i pazienti con sclerosi multipla (SM) - anche sotto terapia immunoattiva - non abbiano un maggior rischio di infezione da SARS-CoV-2 rispetto alla popolazione generale. Le persone con SM di età superiore ai 60 anni, che presentano disabilità, che sono in fase progressiva e hanno comorbidità, hanno un rischio aumentato di un decorso più grave in caso di COVID-19, per cui devono porre ancor più attenzione al distanziamento sociale e più in generale alla minimizzazione dei rischi di infezione, così come i loro famigliari.

Sclerosi multipla e gravidanza

Nel corso del webinar, organizzato da OMaR, è stato affrontato anche l’impatto emotivo della maternità sulle pazienti

Roma – Il 30 maggio è la Giornata mondiale della sclerosi multipla, una malattia infiammatoria cronica e progressiva del sistema nervoso centrale che colpisce soprattutto il genere femminile e che spesso viene diagnosticata tra i 20 e i 40 anni.

Asma Zero Week

Aperto il numero verde 800 62 89 89 per prenotare consulenze specialistiche gratuite in 50 centri in tutta Italia

Milano – Un nuovo approccio nel trattamento dell’asma attraverso la cura costante e controlli periodici: con questo obiettivo, torna la quinta edizione di Asma Zero Week, evento nazionale dedicato alle persone con asma che dal 7 all’ 11 giugno metterà a disposizione consulenze specialistiche gratuite in oltre 50 Centri specializzati in tutta Italia, prenotabili, da oggi. La campagna promossa anche quest’anno da FederASMA e ALLERGIE Odv - Federazione Italiana Pazienti - con il patrocinio della Società Italiana di Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica (SIAAIC) e della Società Italiana di Pneumologia (SIP/IRS) e in partnership con AstraZeneca - intende sensibilizzare gli oltre 3 milioni di pazienti in Italia sull’importanza della prevenzione degli attacchi d’asma e la possibilità di ridurne l'impatto sulla vita quotidiana attraverso l’adozione di corrette strategie terapeutiche, informando, in particolare, circa i possibili rischi connessi ad un abuso dei broncodilatatori a breve durata d’azione (SABA).

Mariachiara Tirinzoni

Un modo molto personale di descrivere la malattia che racconta quanto sia importante non farsi definire dall’endometriosi ma usarla come un mezzo per definire se stessi

Più o meno tutti convivono con delle difficoltà che in qualche modo rendono meno facile il percorso della vita ma è nel momento in cui esse costituiscono un pesante intralcio nella quotidianità che si genera una situazione veramente drammatica. O meglio, patologica. Ne sa qualcosa Mariachiara Tirinzoni, affetta da endometriosi, una patologia dovuta alla presenza di cellule endometriali al di fuori della cavità uterina: si tratta di una malattia cronica che interessa ben una donna su 10 e, tra le molte complicanze, ha anche l’infertilità. Per anni Mariachiara anni si è confrontata sia con questa patologia scatenatasi dentro il suo corpo, sia con l’incapacità di comprendere da parte di coloro che, dal di fuori, tendono a minimizzare il problema.

Farmaci

Si tratta del primo e unico farmaco biologico autorizzato sia per questa patologia che per il lupus eritematoso sistemico

La Commissione europea ha approvato l'uso esteso di belimumab (Benlysta®) per via endovenosa e sottocutanea, in combinazione con terapie immunosoppressive di base, per il trattamento di pazienti adulti con nefrite lupica (LN) attiva, oltre al lupus sistemico eritematoso (LES). L'autorizzazione all'immissione in commercio dell'UE segue la recente approvazione per l'analoga indicazione estesa di LN negli Stati Uniti.

Webinar APMARR

Un webinar promosso da APMARR ha aiutato a far chiarezza sul tema, sciogliendo i dubbi dei pazienti

Lecce – “Attualmente non sono state riscontrate controindicazioni al vaccino anti-SARS-CoV-2 per le persone con malattie autoimmuni”. “Questi vaccini sono la migliore arma che abbiamo a disposizione per prevenire la COVID-19 anche per le persone con patologie reumatologiche autoimmuni che, in generale, non devono interrompere le terapie, se non per farmaci specifici (come rituximab) che stanno assumendo”. “Al momento non vi sono indicazioni preferenziali per l’utilizzo di un tipo di vaccino rispetto all’altro per questi pazienti”. Gli esperti (immuno-virologi, infettivologi, reumatologi, farmacisti e psicologi) intervenuti nel corso del webinar “Vero o falso? La corretta informazione sui vaccini Covid-19 per le persone con malattie autoimmuni", promosso e organizzato da APMARR (Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare APS), hanno fugato così ogni dubbio circa l’efficacia della vaccinazione contro COVID-19 anche per le persone con patologie autoimmuni.

Buongiorno Pelle

Obiettivo: promuovere un nuovo approccio alla gestione della malattia che preveda l’accettazione di una terapia continuativa

Bologna – La psoriasi colpisce per l’80% in forma lieve/moderata, ma sono proprio i pazienti con queste forme lievi/moderate, che prevedono trattamenti topici costanti, a non seguire adeguatamente la terapia. I dermatologi lamentano spesso la mancata aderenza dei pazienti con forme di psoriasi più lievi e localizzate rispetto a chi convive con quelle forme moderate/severe che prevedono terapie sistemiche o biologiche somministrate in ospedale. Proprio per colmare questa lacuna, nasce “Buongiorno Pelle”, la campagna APIAFCO (Associazione Psoriasici Italiani Amici della Fondazione Corazza) realizzata con il contributo non condizionato di LEO Pharma per sensibilizzare pazienti e caregiver sull’importanza di una corretta gestione a lungo termine della psoriasi lieve/moderata.

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni