Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare Scoperta recentemente, la sindrome di #Helsmoortel -Van der A associa dismorfismi craniofacciali e disturbi dello spettro autistico. «Sono in corso studi promettenti su una molecola da inalare, sostitutiva del difetto genico» spiega dr.ssa Pascolini bit.ly/2AaiRBH pic.twitter.com/FEA7qHUt8V
8 minutes ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #MalattiadiFabry , l’importanza di un corretto management del paziente. L’intervista al Prof. Alberto Ortiz @fjimenezdiaz e @UAM_Madrid in occasione del Congresso Nazionale SIN. youtu.be/s-v0M4f7M3M
About 3 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare ES PKU Conference 2018 L'evento internazionale sulla #fenilchetonuria con clinici e ricercatori italiani e internazionali specializzati in diagnosi e trattamento di questa rara patologia metabolica. 1-4 novembre, Venezia @official_espku #PKU bit.ly/2Egt8k2 pic.twitter.com/88g4ODv75F
About 21 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Sguardi - A short Film Il cortometraggio di @acrossevents_ per aumentare la sensibilizzazione sul #glaucoma . youtu.be/MsMsnSM8rbU
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #SLA , la ricerca riparte dal paziente per arrivare a terapie efficaci. Il tema è stato al centro dell’evento di divulgazione scientifica ‘ #FocusSLA ’, recentemente tenutosi a Genova. @Fond_AriSLA @aislaonlus bit.ly/2C34650 pic.twitter.com/8t7CFjKE1c
2 days ago.

La somministrazione continua del farmaco permette la diminuzione della difficoltà di movimento e della discinesia

La somministrazione intestinale continua di gel a base di levodopa e carbidopa sembra essere significativamente vantaggiosa rispetto alla somministrazione per via orale dello stesso farmaco. Lo avrebbe dimostrato uno studio di fase III, supportato da Abbott, presentato in occasione del Congresso dell’American Academy of Neurology.
Il gel, composto di levodopa e carbidopa , è stato somministrato con una pompa portatile direttamente nel duodeno o nel primo tratto del digiuno tramite un sondino permanente attraverso gastrostomia endoscopica percutanea, con un sondino trans addominale esterno e un sondino intestinale interno.

Scopo principale dello studio è stato determinare il cambiamento rispetto al basale del tempo, durante la giornata, in cui i pazienti affetti da Parkinson presentano difficoltà, rigidità e lentezza nei movimenti. Dopo le 12 settimane di somministrazione continua di LCIG i pazienti hanno presentato difficoltà, rigidità e lentezza per quasi 2 ore in meno, rispetto alla terapia orale.
L’endpoint secondario dello studio era determinare un’eventuale aumento del tempo libero da discinesie, alterazioni del movimento tipiche della malattia di Parkinson. In questo caso i pazienti hanno guadagnato in media 1,86 ore di libertà dalla discinesia, rispetto al trattamento orale.

Eventi avversi lievi si sono presentati nel 100 per cento dei soggetti trattati con le compresse a rilascio immediato del farmaco e nel 95 per cento dei pazienti che hanno ottenuto la somministrazione continua del gel. Gli eventi più frequenti per i pazienti che hanno ottenuto la somministrazione continua sono stati complicazioni nell’inserzione del device, dolore addominale, dolore procedurale, nausea, costipazione, ipotensione ortostatica, infezioni post-operatorie, eritema al sito di incisione.
Eventi avversi gravi si sono verificati per il 16 per cento dei pazienti trattati con il gel e il 21 per cento dei pazienti trattati con le compresse.
La nuova formulazione permette quindi un’erogazione continua attraverso una gastrostomia percutanea e permette la somministrazione di un’elevata quantità di farmaco in un piccolo volume, visto che la soluzione gelificata è contenuta in una cartuccia da 100 cc.

“Meno tempo ‘off’ per le persone con la malattia di Parkinson significa più tempo durante la giornata in cui possono godere dei benefici della terapia con levodopa-carbidopa e significa un miglioramento della qualità della vita – ha detto C. Warren Olanow, professore della  Neurology and Neuroscience at the Mount Sinai School of Medicine di New York e membro dell’ American Academy of Neurology – Crediamo che i benefici di questo metodo reggano bene il confronto con metodi come la stimolazione cerebrale profonda, evitando però la necessità di una procedura neurochirurgica intracranica”.

 



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni