Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare Il più grande studio genetico mai realizzato. Scoperte 5 nuove varianti genetiche associate allo sviluppo dell’ #Alzheimer . Della ricerca internazionale, pubblicata su @NatureGenet , fa parte anche @LaStatale e il @policlinicoMI bit.ly/2KQfPKt pic.twitter.com/ITtGOMMcBh
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Lavorare è un diritto per ogni donna e ogni uomo, anche per chi è malato. Workability e qualità della vita nelle #MalattieReumatologiche infiammatorie, lo Study Forum di @ANMAR in collaborazione con @ISHEOconsulting bit.ly/2Phwbu5 pic.twitter.com/KTeyngsGmv
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare «Mi era capitato di cadere ogni tanto, però ci avevo sempre riso sopra». L'intervista a Nunzia, protagonista di #lenostrestorie , il progetto di #CIDPItaliaONLUS . #NeuropatieDisimmuni youtu.be/eVfprRTIy9o
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Focolai di malattie infettive ‘emergenti’ possono mettere a rischio anche le scorte di sangue. Tra le strategie di difesa ci sono le tecniche di “riduzione dei patogeni”. Se ne è discusso all’expert meeting dell' @ECDC_EU @centrosangue bit.ly/2Vbyc0m
3 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Dispositivi sempre più sofisticati e monitoraggio a distanza: l’aritmologia italiana sta vivendo la sua 'rivoluzione 4.0' Obiettivo: curare #aritmie complesse in una popolazione che invecchia. Se ne è parlato al Congresso Nazionale di @AIACaritmologia bit.ly/2vcwQ6V
3 days ago.

ROMA – L’ipercolesterolemia familiare è una malattia autosomica co-dominante che aumenta marcatamente la concentrazione delle lipoproteine a bassa densità (colesterolo LDL) nel plasma, provocando malattia aterosclerotica e coronarica prematura. La malattia è stata di recente oggetto di intensa attenzione e, anche se vi è un consenso generale nelle recenti linee guida internazionali per quanto riguarda la diagnosi e il trattamento, c'è un dibattito sul valore degli studi genetici.

Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Clinical Science, ha coinvolto quattro ricercatori: due australiani, un canadese e un’italiana, la Prof.ssa Claudia Stefanutti, Responsabile dell’Unità di Tecniche Terapeutiche Extracorporee del Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università “Sapienza” di Roma.

I test genetici possono essere convenienti, come parte dello screening a cascata nei centri dedicati, ma l’intero spettro di mutazioni responsabili dell’ipercolesterolemia familiare non è stata stabilita in molte popolazioni, e il suo utilizzo nelle cure primarie non è attualmente logisticamente fattibile. Sia che si utilizzino i test genetici o meno, lo screening del colesterolo nei familiari dei pazienti indice con un colesterolo LDL anormalmente elevato deve essere utilizzato per determinare la necessità di un trattamento precoce per prevenire lo sviluppo di malattia coronarica.

I difetti metabolici dell’ipercolesterolemia familiare si estendono al di là del colesterolo LDL, e possono influenzare le lipoproteine ricche di trigliceridi e ad alta densità, la lipoproteina (a) e lo stress ossidativo. Il conseguimento degli obiettivi raccomandati per il colesterolo LDL-C con i trattamenti attuali è difficile, ma questo può essere risolto con le nuove terapie farmacologiche. L’aferesi delle lipoproteine rimane un trattamento efficace per l’ipercolesterolemia familiare grave e, anche se costoso, costa meno dei due farmaci orfani di recente introduzione (lomitapide e mipomersen) per l’ipercolesterolemia familiare omozigote.

I recenti progressi nella comprensione della biologia della proproteina convertasi subtilisina/kexina di tipo 9 (PCSK9) hanno ulteriormente chiarito la regolazione del metabolismo delle lipoproteine e hanno portato a nuovi farmaci per il trattamento efficace dell’ipercolesterolemia, sia in quella familiare che nelle patologie correlate, nonché per il trattamento di molti pazienti con intolleranza alle statine. I meccanismi d’azione degli inibitori PCSK9 sul metabolismo delle lipoproteine e sull’aterosclerosi, nonché il loro impatto sugli esiti cardiovascolari e sul rapporto fra costo ed efficacia, devono ancora essere stabiliti.



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni