Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare “Oggi è disponibile un trattamento che ci dà la speranza di poter migliorare qualitativamente la nostra condizione” Questo è il commento di Massimo Chiaramonte, Presidente dell’Associazione Nazionale #PorporaTrombotica Trombocitopenica Onlus bit.ly/38DHTHK
5 minutes ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare "Sosteniamo l’emendamento sull’estensione dello #screeningneonatale ." Questo l’appello delle Associazioni dei malati rari. L’emendamento prevede l’aggiornamento del panel e un finanziamento di 4 milioni di euro. #DecretoMilleProroghe bit.ly/2t00A9t pic.twitter.com/Scxa2ru0BX
About 1 hour ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare CONVEGNO Una rete di alleanze per essere meno rari - Dalla famiglia al cinema, dall’informazione alle Istituzioni: tanti i nodi che formano una rete. Martedì 4 febbraio 2020 9:30-13:00 Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani - Roma bit.ly/2NQUqzC pic.twitter.com/ztYahHHccY
3 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare “A scuola di inclusione: giocando si impara” L’iniziativa di @UILDMnazionale per sensibilizzare sul tema della disabilità 17 amministrazioni comunali e altrettanti istituti scolastici, per oltre 1200 studenti. bit.ly/2RlrceH
4 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Grazie ad un lavoro di squadra tra specialisti del @bambinogesu e dell’Ospedale di Circolo di Varese, sono state scoperte due rarissime malattie genetiche in tre bambini italiani. bit.ly/2uUhTJG
9 days ago.

L’anticorpo monoclonale in associazione alle statine permette di ridurre il colesterolo in modo sostanziale

Una nuova terapia per l’ipercolesterolemia ha dato i primi frutti: si tratta del farmaco sperimentale REGN27, di Sanofi, che in fase II ha ottenuto degli ottimi risultati nel trattamento della patologia legata al livello di colesterolo nel sangue.
Il farmaco è un anticorpo monoclonale in grado di bloccare la proteina PCSK9 che, in sinergia con il trattamento con statine, permette di abbassare sensibilmente i livelli di colesterolo LDL.

 

Il successo della sperimentazione è stato messo in luce dallo studio DFI11565, pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology. In questo studio, il trattamento con l’anticorpo ha permesso di ridurre i valori di LDL del 40-72 per cento in più rispetto al placebo in pazienti già in trattamento con atorvastatina, ma non controllati adeguatamente con la sola statina.

Il nuovo ipocolesterolemizzante, sviluppato da Sanofi e Regeneron Pharmaceuticals, è uno tra gli agenti in studio di una nuova classe di farmaci, gli inibitori della proteina PCSK9, che aumentano l'assorbimento di colesterolo da parte del fegato bloccando appunto la PCSK9 circolante. La proteina PCSK9, prodotta principalmente nel fegato, si lega a recettori delle LDL, promuovendone la degradazione e, quindi, riducendo la capacità del fegato di rimuovere il colesterolo LDL dalla circolo sanguigno.

Lo studio su REGN727 ha coinvolto 183 pazienti con livelli di colesterolo LDL-C uguali 100 mg/dl (2,59 mol/l) in trattamento con un dosaggio stabile di atorvastatina (10, 20 o 40 mg) da almeno 6 settimane. I partecipanti sono stati trattati con tre diversi dosaggi dell’inibitore (50, 100 e 150 mg) ogni 2 settimane, due diversi dosaggi (200 e 300 mg) ogni 4 settimane oppure placebo per un totale di 12 settimane di terapia.

Dopo 12 settimane, l’anticorpo si è rivelato significativamente superiore al placebo nella riduzione del colesterolo LDL, mostrando una chiara relazione tra dose e risposta.  La grande maggioranza dei pazienti con ipercolesterolemia trattati con l’inibitore di PCSK9, a prescindere dalla posologia, è riuscita a portare il colesterolo LDL sotto i 100 mg/dl, con percentuali oscillanti tra l’89 per cento con la dose minima mensile e il 100 per cento con la dose più alta bisettimanale. La percentuale di coloro che hanno raggiunto il target di colesterolo LDL inferiore a 70 mg/dl nelle 12 settimane di trattamento è invece risultata compresa tra il 47 per cento con la dose minima bisettimanale e il 100 per cento con quella massima bisettimanale.

Steve Nissen, direttore della cardiologia della Cleveland Clinic, di Cleveland, in un’intervista ha definito il nuovo agente “entusiasmante”, anche perché ci sono ancora molti pazienti che non riescono a raggiungere i target più aggressivi di riduzione dell’LDL con le sole statine, per non parlare di quelli intolleranti a questi farmaci.

Nissen ha anche fatto notare che la somministrazione ogni 4 settimane potrebbe essere leggermente più attraente per i pazienti e i medici rispetto a quella ogni 15 giorni, perché il farmaco si somministra mediante iniezioni sottocute, ma il cardiologo ha anche detto che la frequenza di somministrazione non dovrebbe essere un problema insormontabile, visto che per l’iniezione si usano aghi sottili, come quelli ampiamente usati e accettati per esempio per la somministrazione dell’insulina.
Anche i risultati di sicurezza sono stati buoni, il trattamento non ha determinato un aumento degli enzimi epatici e dei marker di funzionalità renale al di sopra del range di normalità.

"Se il farmaco dovesse continuare a mostrare questo tipo di efficacia e, soprattutto, se si confermasse sicuro nei prossimi studi, potrebbe rappresentare l’inizio di una nuova era nel trattamento delle dislipidemie" ha detto il primo autore James McKenney, della Virginia Commonwealth University di Richmond.



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 

Multichannel Project Partner

logo fablab

La partnership OMaR/CGM fablab ha come obiettivo l'ideazione e realizzazione di progetti di comunicazione, rivolti a pazienti, medici e farmacisti, che uniscano la competenza scientifica specializzata di OMaR agli esclusivi canali digitali di CGM.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni