Italian English French Spanish

Invalidità, esenzioni e diritti

Antonino RomeoIntervista ad Antonino Romeo, Direttore della Struttura Complessa Centro regionale per l’epilessia e neurologia pediatrica dell’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano

La sindrome di Dravet è stata finalmente inserita nell’elenco delle malattie rare esentabili (scarica qui la nuova GUIDA di OMaR): oggi ha un suo codice di esenzione, RF0061. “Si tratta di una malattia epilettica estremamente grave, che si manifesta inizialmente nel primo anno di vita con crisi convulsive tonico-cloniche o cloniche*, talora di lunga durata e spesso associate a febbre. Dal secondo o terzo anno di vita, cominciano a esserci crisi di tipo diverso: miocloniche*, parziali, assenze o crisi generalizzate tonico-cloniche*. La frequenza delle crisi aumenta progressivamente ed è importante sottolineare che si tratta di crisi assolutamente refrattarie ai farmaci”, spiega Antonino Romeo, Direttore della Struttura Complessa Centro regionale per l’epilessia e neurologia pediatrica dell’Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano.

Ricetta medicaAssistenza specialistica ambulatoriale, presidi monouso, prodotti dietetici e nomenclatore tariffario. Ecco tutto ciò che i nuovi LEA prevedono

Il 15 settembre 2017 sono entrati in vigore i nuovi LEA. I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale (SSN) è tenuto a fornire ai cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket).

Vi abbiamo già parlato del funzionamento dell’esenzione da ticket (scarica QUI la nostra Guida alle esenzioni 2017), ma cos’altro è cambiato per i malati rari?
I nuovi LEA hanno aggiornato, infatti, anche altre prestazioni che interessano i pazienti con malattie rare: l’assistenza specialistica ambulatoriale, l’assistenza integrativa (nell’ambito della quale il SSN garantisce le prestazioni che comportano l’erogazione dei dispositivi medici monouso), i prodotti alimentari destinati a chi necessita di un’alimentazione particolare e l’assistenza protesica.

Guida alle nuove esenzioni per malattie rareIn vigore 134 nuovi codici di esenzione, riguardano oltre 200 patologie. Scarica gratuitamente la Guida completa realizzata da Osservatorio Malattie Rare in collaborazione con Orphanet-Italia

I nuovi LEA sono entrati in vigore il 15 settembre 2017, definiti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 gennaio 2017, che ha aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.
L’elenco, completamente riorganizzato dal punto di vista dei codici, della nomenclatura e delle patologie, introduce 134 nuovi codici di esenzione, che fanno riferimento ad un totale di 201 malattie.

Osservatorio Malattie Rare, in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni: uno strumento pratico destinato ai pazienti, alle ASL e, più in generale, a quanti operano nel mondo sanitario, per orientarsi nelle innovazioni introdotte dai LEA 2017 attraverso l’elenco ragionato dei nuovi codici, l’elenco completo in ordine alfabetico di tutte le patologie esenti e tutte le indicazioni per ottenere l’esenzione. La Guida descrive inoltre brevemente le nuove malattie rare esenti e offre alcune indicazioni per l’ottenimento degli altri benefici, di natura economica e non economica, ai quali i malati rari possono accedere in base alla normativa vigente.

Ospedale Bambino GesùNei prossimi mesi verrà attuata una procedura sperimentale per migliorare la tutela dei bambini disabili e ridurre gli oneri economici e burocratici a carico delle famiglie

Agevolare l'iter sanitario e burocratico per il riconoscimento dell'invalidità civile e delle prestazioni assistenziali alle quali hanno diritto i minori con disabilità: questo l’ambizioso obiettivo del protocollo sperimentale siglato tra l’INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, presentato lo scorso mercoledì 13 settembre presso l'Auditorium San Paolo della struttura ospedaliera.

Esenzione ticket - Immagine esemplificativaTutte le informazioni aggiornate al 2017

Il Ministero della Salute ha recentemente messo a disposizione dei cittadini le informazioni aggiornate per l’ottenimento dell’esenzione ticket per le malattie croniche e invalidanti. I nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), costituiti dai servizi e dalle prestazioni garantiti dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) su tutto il territorio italiano, prevedono, infatti, delle modifiche anche per quanto riguarda le patologie croniche. Ai fini dell’esenzione sono individuate 64 malattie/condizioni croniche e invalidanti, contenute nell’allegato 8 al DPCM 12 gennaio 2017. Di queste, 56 malattie/condizioni erano già individuate dal decreto ministeriale n. 329 del 1999.

Arianna CimminoLa donna, trovando sempre occupato il posto auto per disabili sotto casa, ne ha richiesto uno in concessione. Ma il suo Comune, che non ha mai adottato il relativo regolamento, gliel'ha negata

CISTERNA DI LATINA – Spesso, alle difficoltà che i disabili si trovano costretti ad affrontare, si sommano quelle causate dalla burocrazia. È il caso di Arianna, una donna di 45 anni che abita a Cisterna di Latina: pochi mesi fa O.Ma.R. ha raccontato la sua storia. Questa volta Arianna ci parla dall'ospedale Umberto I di Roma, dove è stata ricoverata per il riacutizzarsi della fibrosi cistica, contro cui combatte dalla nascita. Una malattia che toglie letteralmente il fiato e che rende molto faticosi anche i piccoli gesti di tutti i giorni. Arianna, infatti, la notte ha bisogno dell'ossigenoterapia, e dal gennaio 2013 è in lista d'attesa per un doppio trapianto di polmoni.

L'Inps ha pubblicato una circolare. La misura riguarda tutte le tipologie di aziende e può interessare anche i malati rari

Arrivano nuovi sgravi per i datori di lavoro che decideranno di assumere un lavoratore disabile. L'Inps ha pubblicato la circolare che rende pienamente operative le misure contenute nel “Jobs Act” promosso dal governo guidato da Matteo Renzi. Il documento si può leggere e scaricare a questo indirizzo. Le imprese e gli enti che decideranno di potenziare la pianta organica con l'inserimento di un collaboratore disabile o una persona affetta da disagio psichico potranno contare su uno sgravio contributivo. Misura di vantaggio che potrà raggiungere i cinque anni nel caso di operai o impiegato con disagio psichico. Per quanto riguarda il resto dei disabili, lo spettro d'azione delle riforma riguarda l'assunzione a tempo indeterminato o la trasformazione di contratti a tempo determinato. Nella maggioranza dei casi l'incentivo avrà durata triennale e prevederà una misura di “sconto” pari al 35 per cento dei contributi previdenziali.



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE

GUIDA alle esenzioni per malattie rare

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Amedeo Cencelli, 59 - 00177 Roma | Piva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan





PC | Unknown | Unknown | ?

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni