Ipsen ha annunciato che Exelixis, Inc. (partner commerciale di cabozantinib), ha riportato i primi risultati positivi  dello studio randomizzato di fase 2 CABOSUN,  in pazienti con carcinoma renale avanzato non precedentemente trattati. Ipsen in collaborazione con Exelixis condividerà questi risultati con le Autorità regolatorie europee per valutare ulteriori potenziali fasi di sviluppo clinico e regolatorio di cabozantinib come trattamento di prima linea nel carcinoma renale avanzato.

Claude Bertrand, Executive Vice President R & S e Chief Scientific Officer di Ipsen, ha dichiarato: "Ipsen è molto orgogliosa di condividere i risultati consistenti ottenuti dal nostro partner Exelixis nel trattamento del carcinoma renale avanzato. Lo studio CABOSUN ha dimostrato un miglioramento della sopravvivenza libera da progressione con cabozantinib rispetto a sunitinib nel trattamento di prima linea. Si tratta di una tappa importante per i pazienti perché cabozantinib potrebbe  diventare un trattamento di riferimento del carcinoma renale localmente avanzato o metastatico in pazienti non precedentemente trattati”.  

 Per ulteriori informazioni il comunicato stampa originale (lingua inglese).

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni