Il Comitato di valutazione per i farmaci per uso umano (CHMP) dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha espresso parere favorevole all’approvazione di afatinib come terapia per pazienti con carcinoma polmonare a cellule squamose avanzato in progressione durante o dopo chemioterapia a base di platino. Lo ha annunciato Boehringer Ingelheim in un comunicato stampa.

Il parere positivo del CHMP si basa sui risultati dello studio di confronto diretto LUX-Lung 8 in pazienti con carcinoma polmonare a cellule squamose in progressione durante o dopo chemioterapia di prima linea: in questi studio infatti afatinib ha dimostrato di migliorare in modo significativo la sopravvivenza globale e quella libera da progressione della malattia rispetto a erlotinib in pazienti con carcinoma polmonare a cellule squamose in progressione durante o dopo chemioterapia a base di platino.

Per maggiori informazioni leggi il comunicato stampa ufficiale.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni