Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare #Fibrillazioneatriale , in Italia stimati 1,9 milioni di casi nel 2060. La sua importanza è legata al fatto che essa aumenta di ben 5 volte il rischio di #ictus cerebrale. I risultati del Progetto FAI bit.ly/2xTiIkb
About 13 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare "Migliorare il benessere psicofisico della persona con #SclerosiMultipla attraverso la Digital Technology" è questo il tema del bando della IV edizione del #PremioMerck in #Neurologia . L’iniziativa patrocinata da @SinNeurologia bit.ly/2LuyAT3
About 18 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare L' #Acromegalia è una malattia rara che deformargli gli arti. Dal congresso #CUEM arrivano buone notizie sui trattamenti. @SIE_2013 #malattierare bit.ly/2LsdGUS
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Il LADA è una forma di #diabete autoimmune dell’adulto molto difficile da riconoscere. Sette tra i principali esperti mondiali della patologia, si sono incontrati a Roma per stilare le prime linee guida internazionali per il trattamento. bit.ly/2NYYMHB
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #TumoriRari e #AgevolazioniFiscali Le informazioni su come ottenere assistenza personale e sanitaria, detrazioni, sussidi tecnici e informatici, auto e parrucche. bit.ly/2XZohbs pic.twitter.com/71NgNG09JD
1 day ago.

Allo studio guidato dal MaRP di Modena, assegnati 250mila euro dal Ministero della Salute

Arrivare a capire come varia la presenza nel sangue dei malati di Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF) di alcune particolari cellule e attraverso queste, utilizzate come ‘marcatori’ capire quali casi hanno una prognosi peggiore indirizzandoli verso cure sperimentali o verso il trapianto di polmone, che per molti rimane l’unica speranza di sopravvivenza. Mira a questo lo studio multicentrico italiano che sarà avviato al Centro Interdipartimentale per le Malattie Rare del Polmone (MaRP) dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria (AOU) di Modena, che si è appena visto attribuire un finanziamento di 250 mila euro del Ministero della Salute.

La ricerca, che coinvolgerà 14 centri in Italia per un totale di 300 pazienti e avrà una durata di 2 anni, sarà guidata dal prof. Luca Richeldi. L’annuncio è arrivato tramite il sito del Ministero che il 4 agosto scorso ha pubblicato la lista dei progetti ammessi ai finanziamenti.
La Fibrosi polmonare idiopatica, una malattia rara e gravemente invalidante, per la quale non esistono ancora cure risolutive e che spesso conduce alla necessità di un trapianto di polmoni, ogni anno colpisce in Italia migliaia di persone. La sua incidenza è stimata intorno ai 42 casi ogni 100 mila abitanti (questo in Usa, perché in Italia non ci sono ancora dati attendibili); nonostante questo la fibrosi polmonare idiopatica non è inclusa nel nostro sistema sanitario tra le patologie esenti. La malattia, che insorge generalmente in età adulta – dopo i 60 anni – è dovuta alla progressiva sostituzione delle pareti degli alveoli polmonari con tessuto fibroso il che diminuisce progressivamente la capacità di distensione del polmone limitando la capacità respiratoria.

Ad essere studiate dalla ricerca saranno in particolare i fibrociti, cellule staminali circolanti nel sangue periferico, che si pensa siano implicati nella patogenesi di questa malattia e che attraverso i loro valori potrebbero dare indicazioni specifiche sulla progressione. Il progetto di ricerca è l’unico – su circa 30 approvati dal Ministero – che riguarda le malattie rare del polmone, un risultato che accredita ancora di più la qualità del centro modenese.
Il MaRP, costituito nel 2007, coinvolge professionisti di 7 Dipartimenti dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria (AUO) Policlinico di Modena, dà assistenza specializzata a pazienti affetti da malattie rare del polmone che arrivano da ogni parte d’Italia e porta avanti progetti di ricerca di trasferimento.
Il MaRP vincitori del bando emesso dal ministero nel 2008, pur essendo nato recentemente può vantare una grande specializzazione in queste patologie, una equipe di tutto rispetto e un flusso di pazienti che ne fa uno dei centri più importanti in Italia.
“In tre anni – ha detto Richeldi - abbiamo visitato circa 20 pazienti a settimana (non tutti nuovi, circa metà per controlli) dei quali almeno il 70% viene da fuori regione. La sopravvivenza di questi malati è variabile: si va da 2 anni e mezzo per la fibrosi polmonare idiopatica fino a 30 anni per la sarcoidosi”.  Il MaRP coordina anche a livello mondiale uno studio su un nuovo farmaco per la fibrosi polmonare idiopatica, i cui risultati saranno resi noti entro l’anno.




GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni