Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare #ScreeningNeonatale : dai progetti pilota all’adeguamento del panel 10 Dicembre 2019 Ore 14:00 accrediti@rarelab.eu Il programma bit.ly/33rFeya pic.twitter.com/Fhx8T7441w
9 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Si terrà domani, su iniziativa della sen. Paola Binetti l’ evento ‘Istituzioni e malattie rare - Confronto con i malati di esofagite eosinofila’ bit.ly/33u30tf
9 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare La radioterapia adiuvante potrebbe offrire un beneficio maggiore in pazienti giovani con #carcinoma a cellule di Merkel. Lo rivela una ricerca italiana bit.ly/2DsDtpy
9 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Si riducono i tempi per un'eventuale approvazione della terapia genica per il trattamento della #leucodistrofia metacromatica bit.ly/34s402b
10 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare “LavoRARE”, l’associazione di volontariato al servizio dei malati rari. bit.ly/34qjNi3
10 days ago.

Tre studi inizieranno negli ultimi mesi del 2016, mentre il quarto partirà nel 2017

BOSTON (U.S.A.) – Il 2017 sarà un anno importante per i correttori di nuova generazione per il trattamento della fibrosi cistica e alcuni di questi studi partiranno già negli ultimi mesi del 2016. L'ha annunciato martedì scorso l'azienda biotecnologica Vertex: i primi saranno due trial di fase II per valutare i correttori VX-440 e VX-152 in regime di combinazione tripla con tezacaftor (VX-661) e ivacaftor.

Lo studio su VX-440 è stato progettato per valutare la sicurezza e l'efficacia del farmaco per 4 settimane in combinazione con tezacaftor e ivacaftor in 40 persone affette da fibrosi cistica con una mutazione F508del e una mutazione con funzione minima, nonché in 25 persone con due copie della mutazione F508del. I primi dati di questo studio sono attesi per la seconda metà del 2017 e sono destinati a sostenere l'avvio della successiva fase III.

Lo studio su VX-152 valuterà invece il farmaco per 2 settimane, sempre in tripla combinazione, in circa 35 persone affette da fibrosi cistica con una mutazione F508del e una mutazione con funzione minima, nonché in 25 persone con due copie della mutazione F508del. I dati dello studio sono attesi anch'essi nella seconda metà del 2017 e sono destinati a sostenere l'avvio di una fase IIb di maggiore durata o di un programma registrativo per il farmaco.

Vertex ha presentato domanda alla statunitense Food and Drug Administration (FDA) per VX-440 e VX-152 come nuovi farmaci sperimentali e prevede di iniziare entrambi gli studi entro la fine del 2016.

L'azienda ha inoltre annunciato che entro la fine dell'anno inizierà anche la fase I di sviluppo di un altro correttore aggiuntivo di nuova generazione, VX-659. Lo studio prevede l'arruolamento di volontari sani e comprenderà anche un braccio di trattamento per valutare il dosaggio in tripla combinazione nei pazienti con fibrosi cistica che hanno una mutazione F508del e una mutazione con funzione minima. Sulla base dei dati di questo studio, Vertex prevede di iniziare uno studio di fase II su VX-659 nella seconda metà del 2017.

Nel prossimo anno la società prevede di promuovere anche un quarto correttore di nuova generazione che inizi la fase I di sviluppo. “Siamo impegnati a far progredire diversi correttori di nuova generazione in parallelo, per portare i migliori trattamenti possibili a tutte le persone con fibrosi cistica che hanno almeno una mutazione F508del”, ha detto Jeffrey Chodakewitz, vice presidente esecutivo e capo dello staff medico di Vertex. “Crediamo che la combinazione di un correttore di nuova generazione con tezacaftor e ivacaftor abbia il potenziale per portare beneficio a una vasta gamma di persone con fibrosi cistica, comprese quelle con mutazioni a funzione minima che non hanno ancora un farmaco per trattare la causa della loro malattia”.

“Kalydeco e Orkambi rappresentano dei significativi progressi della medicina per molte persone affette da fibrosi cistica, ma un numero molto elevato di nostri pazienti ancora non ha medicine per curare la causa della propria malattia”, ha aggiunto Patrick Flume, direttore del Centro Fibrosi Cistica della Medical University of South Carolina e ricercatore capo dello studio di fase II VX-152. “Gli studi annunciati oggi sono un promettente passo avanti per i pazienti e per il trattamento di questa malattia devastante. Non vedo l'ora di lavorare con Vertex per far attraversare a questi potenziali farmaci le varie fasi di sviluppo e portarli ai pazienti il più rapidamente possibile”.



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 

Multichannel Project Partner

logo fablab

La partnership OMaR/CGM fablab ha come obiettivo l'ideazione e realizzazione di progetti di comunicazione, rivolti a pazienti, medici e farmacisti, che uniscano la competenza scientifica specializzata di OMaR agli esclusivi canali digitali di CGM.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni