Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare Il trattamento in tripla combinazione del correttore di nuova generazione ha portato a miglioramenti statisticamente significativi nella funzionalità polmonare delle persone affette da #fibrosicistica . bit.ly/2E6389e pic.twitter.com/4ORceYWbjz
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Nel nostro Paese, si stimano circa 7.800 casi di decessi all’anno per infezioni acquisite nei nosocomi, pari al doppio delle morti legate agli incidenti stradali. I dati dal Centro Europeo Malattie Infettive (ECDC). bit.ly/2EhBS8J pic.twitter.com/XaX4jPmuXr
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Fare rete, per chi combatte contro una malattia rara, significa condividere esperienze, storie, sentirsi meno soli. Per questo è nato il gruppo FB "MALATTIE RARE: Rachitismo vitamina D resistente; Ipofosfatemia legata all'X". #RachitismoXLH bit.ly/2rqaT2s pic.twitter.com/bI878yiaD1
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Takeda ha ottenuto l'approvazione degli azionisti per finanziare l'acquisizione della rivale irlandese di Shire. Il colosso giapponese punta a rafforzare la sua posizione nel campo delle terapie destinate alle #malattierare . bit.ly/2FZOUJA pic.twitter.com/3hYSMjcnSd
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Annunciati in questi giorni i risultati dello studio clinico GO29365 condotto per valutare l'impiego del farmaco nel trattamento di pazienti con #linfoma diffuso a grandi cellule B: riduzione del 66% del rischio di progressione della malattia. bit.ly/2QKdwuh pic.twitter.com/5OTz0CTIu6
3 days ago.

Tolto il rimborso al farmaco orfano usato in tutta Europa: al suo posto il galenico.
In alcune regioni chi vuole il prodotto industriale dovrà pagarlo di tasca propria

Quando si parla di farmaci orfani e malattie rare abbondano belle intenzioni e buoni sentimenti ma la pratica è un’altra cosa: con una mano si promette e con l’altra si toglie quel che c’è. Così mentre a gennaio Camera e Senato (clicca qui) approvavano mozioni a favore della tutela dei farmaci orfani e dei malati rari, impegnano in tal senso il Governo, l’AIFA – Agenzia Italiana del Farmaco pensava bene di risparmiare proprio a queste stesse voci. A farne le spese mezzo questa volta – ma la strada intrapresa potrebbe essere percorsa nuovamente – sono stati i pazienti affetti da Sindrome Miastenica di Lambert-Eaton (LEMS). Queste persone, dal 2009 e fino ad oggi, avevano potuto utilizzare un farmaco orfano, il Firdapse, approvato in Europa dall’EMA. Un farmaco orfano, approvato per un numero ristretto di persone che non hanno altre alternative terapeutiche, e che pertanto meriterebbe – stando anche alle dichiarazioni dello stesso Ministro Balduzzi più volte fatte in materia dall’inizio dell’incarico – godere del massimo sostegno.

Questo, appunto, solo in teoria. Mentre in Francia, UK, Spagna, Portogallo, Paesi Bassi ed anche nella ‘povera’ Grecia questo farmaco è stato regolarmente commercializzato e non ci sono problemi nel renderlo disponibile ai pazienti, in Italia, fino ad oggi, è stato distribuito solo grazie ad una speciale procedura – la legge 648 – e adesso anche questo beneficio gli è stato tolto.
Dall’inizio dell’anno, infatti, in un rapido susseguirsi di decisioni, l’AIFA  ha attuato una politica  piuttosto singolare. Con tre diverse pubblicazioni in Gazzetta l’agenzia del farmaco ha escluso il Firdapse dal rimborso tramite legge 648, lo ha posto il fascia C – ponendolo dunque a carico dei pazienti laddove le regioni non abbiano diversamente deciso  - e nella lista dei prodotti rimborsabili ha invece messo il la 3,4 Diaminopiridina, cioè il principio attivo del farmaco industriale, che potrà così essere rimborsato dal SSN come formulazione galenica da prepararsi in farmacia.
In parole più semplici il farmaco orfano industriale usato in tutta Europa in Italia è stato sostituito dal galenico, un prodotto ‘artigianale’.
Dunque ora i pazienti che vorranno curarsi usando il farmaco industriale dovranno sperare di essere nella regione ‘giusta’ per averlo gratis, se non lo sono, a meno che non abbiano le possibilità di pagarlo di tasca propria, dovranno rivolgersi al galenico, trovare una farmacia che possa assicurare fornitura costante e anche fidarsi di quello che di volta in volta gli viene dato.
Per il Servizio Sanitario Nazionale sarà un risparmio, a pagarlo saranno le tasche dei pazienti e la loro salute: questo principio attivo infatti  se preso a dosi errate può causare effetti collaterali, come aritmie e palpitazioni o anche crisi epilettiche, la precisione del dosaggio non è un dettaglio.     




GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni