Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare “MeV” il cane supereroe che aiuterà i piccoli pazienti ad affrontare con forza e coraggio la malattia. Una fiaba illustrata da tecnici sanitari della @Fond_CNAO bit.ly/2TpXSkX
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #HIV : arrivano nuovi dati sull'efficacia e sicurezza della combinazione BIC/FTC/TAF negli adolescenti e nei bambini a partire dai 6 anni con soppressione virologica. bit.ly/2URkxZ0
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #IctusCerebrale in aumento tra i giovani. Tra le cause una maggiore diffusione dell’abuso di droghe e alcol. bit.ly/2Cy4uYS pic.twitter.com/0BIojN8IZf
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #DifendiunDiritto , la campagna di @AISM_onlus a tutela dei pazienti che a seguito di due provvedimenti del @MinisteroSalute avrebbero difficoltà di accesso alle prestazioni di riabilitazione. bit.ly/2HBNLI4 pic.twitter.com/YboZxYqQHr
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Attendono da anni che la loro patologia venga inserita nell'elenco delle #malattierare . Sono le persone affette da #SindromediSj%C3%B6gren . A breve potrebbe arrivare una proposta di legge. @ANIMaSS05 bit.ly/2Cs0lpl pic.twitter.com/L8UD29qWbX
2 days ago.

A un anno dalla nascita delle reti europee per le malattie rare, il prof. Wagner, a capo di quella dedicata alle patologie polmonari, evidenzia le difficoltà del network

Bruxelles (BELGIO) – “Essere al servizio di pazienti e colleghi è il nostro obiettivo principale, che non abbiamo ancora affrontato”: è un'autocritica, ma anche un invito a fare di più, quello che il professor Thomas O.F. Wagner, dell'Ospedale Universitario di Francoforte, coordinatore della ERN LUNG, rivolge ai suoi colleghi nella newsletter della Rete. Le 24 Reti di Riferimento Europee (ERN), approvate esattamente un anno fa dall'Unione Europea, hanno l'obiettivo di migliorare la diagnosi e la cura di malattie rare o complesse: la ERN LUNG è quella dedicata alle patologie polmonari.

Ci sono buone notizie e notizie non altrettanto buone”, esordisce il prof. Wagner. “Ascoltiamo prima le buone: abbiamo vinto il concorso per una sovvenzione da parte dell'Unione Europea per stabilire dei registri all'interno di ERN LUNG, dove ancora mancano, e per rendere i registri già esistenti pienamente interconnessi. Abbiamo proposto di costruire un'infrastruttura completa per la gestione dei dati dei pazienti all'interno di ERN LUNG e stiamo preparando il contratto di sovvenzione. Speriamo che anche la prossima candidatura (IT-Helpdesk) abbia successo. Il messaggio positivo è che stiamo facendo qualcosa di giusto, e in realtà è ciò che stiamo facendo da anni: inviare candidature e raccogliere fondi per progetti”.

Ma come avverte il prof. Wagner, la ERN LUNG è più di questo: “abbiamo una missione. Non è una buona notizia sapere che possiamo funzionare come Rete, comunicando, mappando e pianificando attività, ma non abbiamo nemmeno iniziato a fare ciò per cui sono state create queste ERN. Non abbiamo iniziato a indirizzare i pazienti, non facciamo teleconferenze per discutere dei casi complicati e non abbiamo molte richieste da parte di pazienti o colleghi per farle”.

“Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che non disponiamo ancora degli strumenti (la piattaforma ERN-IT non li supporta ancora)”, prosegue il coordinatore. “Dobbiamo essere consapevoli, tuttavia, che essere al servizio di pazienti e colleghi è il nostro obiettivo principale, che non abbiamo ancora affrontato, o almeno non meglio di prima. Siamo molto preoccupati per l'autogestione del network, con questionari e sondaggi, ma non dobbiamo dimenticare di pianificare e pubblicizzare i nostri servizi con pazienti e colleghi”.

“Ora siamo nella posizione di diffondere il fatto che ci siamo, che siamo felici di essere d'aiuto: quindi chiunque ne parli è il benvenuto”, conclude Wagner. “Lo faremo durante il prossimo Congresso ERS a Parigi, ma ovunque andiate, ovunque parliate, dite ai pazienti e ai medici che possono chiedere il nostro aiuto riguardo a domande difficili o casi complicati”.

I centri di riferimento italiani che compongono la rete ERN LUNG, e i relativi responsabili, sono i seguenti:

- A.O.U. di Padova (Paolo Spagnolo)
- A.O.U. di Cattinara, Trieste (Marco Confalonieri)
- A.O.U. San Luigi Gonzaga di Orbassano, Torino (Carlo Albera)
- A.O.U. di Modena (Fabrizio Luppi)
- A.O.U. di Siena (Paola Rottoli)
- A.O.U. di Pisa (Massimo Pifferi)
- A.O.U. di Catania (Carlo Vancheri)
- Centro Fibrosi Cistica Università di Verona (Carlo Castellani)
- Ospedale San Giuseppe di Milano (Sergio Harari)
- Ospedale Morgagni di Forlì (Ilaria Nardi)
- Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze (Cesare Braggion)
- Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma (Renato Cutrera)
- Università di Pavia (Federica Meloni)
- Università di Bologna (Nazzareno Galiè)
- Università Federico II di Napoli (Francesca Santamaria)

Articoli correlati



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni