Buonasera, mia figlia ha una disabilità motoria, è invalida al 100% e usufruisce della Legge 104, inoltre è dichiarata asmatica cronica. In questo periodo di problemi legati al Coronavirus, il medico le ha consigliato di non andare al lavoro. Esiste qualche forma di congedo che eviti di usare mutua o ferie? Grazie.

Risponde Roberta Venturi, avvocato e ricercatrice per Osservatorio Farmaci Orfani (OSSFOR)

I lavoratori invalidi possono fruire ogni anno, anche in maniera frazionata, di un congedo per cure per un periodo non superiore a 30 giorni, a condizione che le cure siano connesse all'infermità invalidante accertata. Si tratta di un vero e proprio congedo e non di un permesso per la cura degli invalidi. Considerato che tale congedo ha validità per le condizioni connesse alla sua infermità, quello che posso consigliare è di richiedere un certificato al medico dal quale si evinca che l'eventuale contagio potrebbe comportare un aggravio delle condizioni di salute già compromesse, e vedere se il datore di lavoro lo accetta. Ovviamente, tutto ciò in via generale, vi sono poi delle peculiarità connesse al contratto di lavoro (D.Lgs. 18/07/2011, n. 119 Art. 7).

 

Compila il modulo sottostante per un parere dell'Esperto

Compila il modulo sottostante per un parere dell'Esperto

Prima di compilare la vostra richiesta è necessario prendere visione dell'Informativa sulla Privacy.
captcha
Ricarica
I dati inseriti in questo modulo sono utilizzati esclusivamente per fornirvi le informazioni richieste.
Questi dati non vengono in nessun modo trasmessi a terzi o impiegati per altri scopi.
Maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy le potete trovare in in questa pagina.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni