Mi è stato diagnosticato il micobatterio kansasii; tipo di cura e tempi? Effetti collaterali? Accorgimenti nella vita quotidiana? Grazie, cordiali saluti.

Marco

RISPONDE il Prof. Marco Confalonieri, Direttore Struttura Complessa Pneumologia, Ospedale Universitario di Trieste.

Gent. Sig. Marco, innanzitutto occorre capire se il riscontro del micobatterio Kansasii è legato all'interpretazione di una malattia legata a tale micobatterio oppure no. Infatti nel caso di patologia polmonare acclarata da Kansasii si deve trattare in altri casi il solo ritrovamento del batterio senza segni e sintomi di patologia non determina un automatismo nella decisione di intraprendere una cura che si prospetta lunga di 6 mesi e più e con utilizzo di più antibiotici contemporaneamente. Per il trattamento di questa infezione esistono linee-guida riconosciute internazionalmente (per es. quelle dell'American Thoracic Society) a cui sicuramente i medici che l'hanno in cura si rifaranno.
Cordialmente

Prof. Marco Confalonieri
SC Pneumologia
Ospedale Universitario di Cattinara, Trieste

Per saperne di più VAI ALLA SEZIONE MALATTIA POLMONARE DA MICOBATTERI NON TUBERCOLARI.

 

Compila il modulo sottostante per un parere dell'Esperto

Compila il modulo sottostante per un parere dell'Esperto

Per l'invio del Modulo è necessario prendere visione dell'Informativa e delle Avvertenze di rischio.

I campi segnati con asterisco (*) sono obbligatori
captcha
Ricarica

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni