Gentile dottoressa, ho 33anni e da 12 anni soffro di angioedema, il quale appare improvvisamente con calore al viso, linfonodi ingrossati sotto il mento e collo, gonfiore agli occhi e muco. Anche quando il gonfiore è minimo non scompare mai del tutto ma si limita a spostarsi esclusivamente dal lato sinistro.
Ho fatto svariate visite, infettivologo, reumatologo, otorinolaringoiatra, endocrinologo, ma non mi è stato riscontrato nulla.
Premetto che l’endocrinologo si basò solo su esami sulla sindrome di cushing il quale risultò negativo e non ho neanche problemi alla tiroide.
L’unica cosa che mi è stata riscontrata è allergia agli acari e nikel. Durante questi attacchi prendo l’antistaminico (xyzal) ma senza risultati. Ho finito una settimana fa una cura cortisonica (deltacortene 25mg mezza compressa per 3 giorni e un quarto di compressa per altri 4 giorni) ma i sintomi non sono scomparsi, anzi!
Possibile che se si tratta di allergia e il mio corpo non risponde alle cure?
Possibile che si tratti di angioedema ereditario?
E se sì, che cosa devo fare?
La mia dottoressa non prende sul serio i miei sintomi e non so più che cosa fare.
Aspetto una sua risposta, la ringrazio.

Alice

RISPONDE la Dott.ssa Maria Bova, del Centro di Riferimento Campano per la Diagnosi e la Terapia dell'Angioedema Ereditario presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II".

Gentile Singora Alice,
dalla sua descrizione dei sintomi non mi pare proprio che lei possa avere l'angioedema ereditario. In questa malattia il gonfiore si risolve completamente dopo gli attacchi e non restano esiti permanenti come a lei succede al viso.

Purtroppo la sua descrizione è troppo vaga per poter ipotizzare una diagnosi, ma dato che il suo viso resta gonfio tra le patologie da valutare potrebbe esserci la granulomatosi orofacciale. Purtroppo però può immaginare che questa mia riflessione lascia il tempo che trova dato che ho davvero pochi elementi. Magari provi a rivolgersi ad un immunologo clinico per avere anche un altro punto di vista.

Cordiali saluti,

Maria Bova

Per saperne di PIU' VAI ALLA SEZIONE ANGIOEDEMA EREDITARIO.


Compila il modulo sottostante per un parere dell'Esperto

Compila il modulo sottostante per un parere dell'Esperto

Prima di compilare la vostra richiesta è necessario prendere visione dell'Informativa sulla Privacy.
captcha
Ricarica
I dati inseriti in questo modulo sono utilizzati esclusivamente per fornirvi le informazioni richieste.
Questi dati non vengono in nessun modo trasmessi a terzi o impiegati per altri scopi.
Maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy le potete trovare in in questa pagina.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni