Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare Lo #ScreeningNeonatale per l’ #AnemiaFalciforme è disponibile in Inghilterra e Francia da diversi anni. Uno studio condotto a Padova e Monza testimonia la fattibilità e necessità di un simile programma in Italia. #NewbornScreening bit.ly/2MYgRVD pic.twitter.com/X7NOPBYs48
About 1 hour ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #WorldFSHDDay #FSHD In corso la conferenza stampa della IV Giornata Internazionale della Distrofia Muscolare di Tipo FSO, su iniziativa della sen. @paolabinetti Un'occasione per fare un punto sulla ricerca e per discutere sui bisogni dei pazienti. bit.ly/31JhgyH pic.twitter.com/58RBor1P44
About 4 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #Lipodistrofie : i pazienti aspettano anche 15 anni per la diagnosi. L’intervista alla dottor Giovanni Ceccarini, endocrinologo @Unipisa , in occasione del 40° Congresso Nazionale di Endocrinologia #SIE . @SIE_2013 #AILIP youtu.be/h6JgYR9VDAo
About 6 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Correggere il genoma, produrre cellule modificate o tessuti ingegnerizzati: la ricerca italiana è protagonista della rivoluzione biomedica in atto. Domani a Roma, l'evento @TerapieAvanzate : At² - Advanced talks on Advanced therapies #At2Talks bit.ly/31HlBlX
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Sono stati proclamati i vincitori del concorso “Insieme per la ricerca”, promosso da @Telethonitalia e @PearsonItalia , rivolto a tutte le scuole italiane di ogni grado e ordine. bit.ly/31Ee1Zg pic.twitter.com/2ewynZ4ouU
1 day ago.

L'epidemiologia è stata ricavata dai dati di 3.271 pazienti in un periodo di 16 anni

NASHVILLE (U.S.A.) – Da pochi giorni sono disponibili delle stime precise sull'incidenza e sulla prevalenza dell'epidermolisi bollosa negli Stati Uniti: i dati sono rispettivamente 19,57 e 11,07 casi per 1 milione di nati vivi. L'epidemiologia della malattia è stata studiata dal dr. Jo-David Fine della Vanderbilt University School of Medicine di Nashville, che ha appena pubblicato la sua indagine sulla rivista JAMA Dermatology.

La patologia, stratificata per sottotipo, è stata analizzata nel corso di un periodo di 16 anni in uno studio prospettico trasversale e longitudinale. I dati sono stati ottenuti da 3.271 pazienti iscritti al Registro Nazionale epidermolisi bollosa dal 1 gennaio 1986 fino al 31 dicembre 2002, usando uno strumento dettagliato creato con l'assistenza dei National Institutes of Health, mentre le analisi sono state effettuate nel gennaio 1999 e nell'aprile 2015.

Sono stati raccolti approfonditi dati clinici e di laboratorio, poi sottoclassificati e riconvalidati sulla base delle raccomandazioni diagnostiche pubblicate da una gruppo internazionale di esperti. Tenendo in considerazione questo rapporto, sono state fatte delle stime sull'incidenza e la prevalenza nel corso di due periodi di tempo.

Durante i primi cinque anni di finanziamento del registro, l'incidenza e la prevalenza complessive dell'epidermolisi bollosa ereditaria erano rispettivamente 19.60 e 8.22 per 1 milione di nati vivi. Quando rivalutate nel corso dei complessivi 16 anni di studio, la prevalenza è salita a 11,07, mentre l'incidenza complessiva è rimasta invariata a 19,57 casi. Sono stati osservati dei cambiamenti anche all'interno di alcuni sottogruppi di malattia, nel momento in cui un maggior numero di pazienti è stato identificato, reclutato, seguito longitudinalmente e riclassificato nel corso del tempo.

Ad esempio, nel 2002, sia la prevalenza totale dell'epidermolisi bollosa simplex che quella della sua forma localizzata erano notevolmente aumentate, rispettivamente del 30,4% e del 25,5%, mentre la prevalenza di quella simplex generalizzata intermedia era diminuita del 76,7% in conseguenza di una successiva classificazione di alcuni di questi pazienti in altri sottotipi. Al contrario, nessun cambiamento significativo è stato osservato nella prevalenza complessiva della forma giunzionale o giunzionale generalizzata grave, anche se c'è stato un calo del 73% nella prevalenza della forma giunzionale generalizzata intermedia.

“Ora è disponibile una stima precisa dell'incidenza e della prevalenza di ogni principale sottotipo di epidermolisi bollosa ereditaria negli Stati Uniti”, conclude il dr. Jo-David Fine. “Ciò dovrebbe aiutare i ricercatori a scegliere quali sottotipi sono suscettibili di essere studiati in sperimentazioni cliniche ben progettate e su larga scala”.



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni