Italian English French Spanish

Il trial valuterà il potenziale di induzione dell'immunotolleranza del farmaco Elocta, un concentrato di fattore VIII a emivita prolungata, nei pazienti che hanno sviluppato inibitori

Stoccolma (SVEZIA) – Lo sviluppo di anticorpi (inibitori) che neutralizzano l'effetto del fattore VIII è una delle complicanze più gravi nel trattamento dell'emofilia A: rende inefficace la terapia sostitutiva standard, aumenta il rischio di gravi sanguinamenti e morbilità, diminuisce la qualità della vita e aumenta i costi sanitari.

Proprio in questi giorni è al via un nuovo studio sui pazienti con emofilia A che hanno sviluppato inibitori non risolti con varie terapie. Lo studio multicentrico in aperto ReITIrate è stato progettato per indagare il potenziale di induzione dell'immunotolleranza (ITI) di Elocta (efmoroctocog alfa). Come ha annunciato l'azienda farmaceutica Swedish Orphan Biovitrum (SOBI), il primo paziente è stato arruolato nello studio, che rientra nell'ambito dell'accordo di collaborazione di SOBI con Bioverativ Therapeutics.

“Siamo impegnati a fornire opzioni di trattamento ai pazienti con emofilia, che consentiranno loro di fare delle scelte e vivere la vita che vorrebbero vivere. Lo studio ReITIrate è in linea con tale impegno e può affrontare uno dei problemi più critici: la gestione del trattamento dei pazienti che hanno sviluppato inibitori”, ha affermato Krassimir Mitchev, vice presidente e responsabile dell'Area Medica Emofilia di SOBI. L'efficacia e la sicurezza di Elocta in pazienti precedentemente trattati (PTPs) sono state stabilite in studi clinici e confermate ulteriormente nel reale ambito clinico.

L'emofilia è un raro disturbo genetico in cui la capacità di coagulazione del sangue è compromessa. La malattia si verifica ogni anno in circa una nascita maschile su 5.000, e più raramente nelle femmine. La Federazione Mondiale Emofilia (WHF) stima che attualmente, nel mondo, siano circa 150.000 le persone con diagnosi di emofilia A. I pazienti sono soggetti a episodi di sanguinamento che possono causare dolore, danni articolari irreversibili ed emorragie pericolose per la vita. Le iniezioni profilattiche di fattore VIII – raccomandate dalla WHF come terapia ottimale – possono sostituire temporaneamente i fattori di coagulazione necessari per controllare il sanguinamento e prevenire nuovi episodi di emorragia.

Elocta è una proteina ricombinante di fusione costituita dal fattore VIII della coagulazione connesso al dominio Fc dell’immunoglobulina umana IgG1. Per questa sua caratteristica, rappresenta il primo trattamento per l’emofilia A approvato nell’Unione Europea che offre una protezione prolungata verso gli episodi emorragici, con infusioni endovenose profilattiche praticate ogni 3-5 giorni. Per la sua emivita prolungata, il farmaco offre una maggiore flessibilità e, pertanto, la possibilità di migliorare il trattamento: garantisce infatti una maggiore protezione dai sanguinamenti senza aumentare il consumo di fattore, e un minore impatto della terapia grazie alla riduzione del numero di infusioni endovenose.



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE

GUIDA alle esenzioni per malattie rare

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Amedeo Cencelli, 59 - 00177 Roma | Piva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan





PC | Unknown | Unknown | ?

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni