Ipofosfatemia

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare SMA attenzione allo screening neonatale. Il Prof. Danilo Tiziano: "Comunicare la malattia alla famiglia è la fase più delicata". Il punto sul progetto pilota per lo screening della SMA e su cosa ne conseguirà. Tutti i dettagli qui: bit.ly/2NkAjdG pic.twitter.com/VNTZPJMvew
About 4 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Quinta giornata mondiale dedicata alla Sindrome di Sjogren. A Salerno, il confronto tra gli specialisti ha incluso anche il fisioterapista, dicendo di sì alla fisioterapia di iniziativa. bit.ly/31Hegls pic.twitter.com/8q8EsFVQiZ
About 21 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Buone notizie dall'Indianapolis (U.S.A.) per l' ultra-rara iperossaluria secondaria. Il farmaco sperimentale ALLN-177 è efficace e tollerabile in Fase II. Tutti i dettagli qui: bit.ly/33HUOqz pic.twitter.com/RtrAIqwj34
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Via alla II Edizione del "Premio Innovazione in Pediatria", dedicato a start up creative, originali e innovative applicate alla #salute . È indetto dall'Ospedale Pediatrico @bambinogesu bit.ly/2KQuK3U pic.twitter.com/xzHbbNuQIE
3 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Tumore alla vescica, è il quarto più frequente negli uomini. Uno studio italiano valuterà l'impiego della radioterapia adiuvante. La sperimentazione è condotta dai ricercatori dell'Istituto Clinico dell'Humanitas di Milano. bit.ly/31I8K1W pic.twitter.com/8sce2yat4D
4 days ago.

La società di biotecnologie DART Therapeutics ha dato inizio ad uno studio clinico di Fase Ib/IIa per il proprio farmaco sperimentale HT-100, utilizzato per il trattamento della distrofia muscolare di Duchenne (DMD). Il medicinale, a base di Alofuginone a rilascio ritardato, è disponibile per via orale e dovrebbe essere in grado di ridurre la fibrosi e l'infiammazione dei muscoli e di promuovere la rigenerazione di fibra muscolare sana nei pazienti affetti da questa rara malattia.

La DMD, colpendo circa 1 ragazzo su 3600 in tutto il mondo, rappresenta il disordine genetico più letale in età infantile e la più comune forma di distrofia muscolare. È causata da una mutazione genetica che è all'origine di una mancanza di distrofina, una proteina essenziale per il normale funzionamento del tessuto muscolare. Generalmente, i ragazzi affetti da tale patologia manifestano segni di una progressiva menomazione fisica già nella prima infanzia, perdono la capacità di camminare durante il periodo adolescenziale e muoiono, a circa 20-30 anni d'età, a causa di un'insufficienza cardiaca o respiratoria.

Lo scopo della sperimentazione è quello di determinare la sicurezza e la tollerabilità di differenti dosi ascendenti di HT-100, rilevando, nel contempo, gli effetti del medicinale sulla condizione dei pazienti attraverso una serie di end-point (esiti) di efficacia.

Nello studio, che, secondo le stime di DART Therapeutics, dovrebbe essere completato entro febbraio del 2014, verranno arruolati fino a 30 soggetti affetti da DMD, sia deambulanti che non deambulanti, e aventi un'età compresa tra 6 e 20 anni. Secondo i ricercatori, quest'ampia fascia d'età consentirà loro di valutare l'efficacia di HT-100 in diversi stadi della malattia e su una vasta popolazione di pazienti.

Nella sperimentazione di HT-100 verrà inoltre introdotta la valutazione di un nuovo end-point rappresentato dalla miografia ad impedenza elettrica, una tecnica non invasiva che consente, in modo semplice e preciso, di misurare lo stato di salute di un muscolo e tenere traccia dei suoi cambiamenti nel tempo.

Attualmente, l'end-point standard per le ricerche scientifiche sulla DMD è rappresentato dalla misurazione della distanza percorsa a piedi da un paziente in 6 minuti di tempo, metodo che rende difficoltosa una precisa valutazione dell'effetto, oltre a limitare la partecipazione ad un dato studio a solo quei pazienti che siano almeno in grado di camminare ad una certa velocità. Secondo i ricercatori, l'impiego della miografia ad impedenza elettrica come end-point convalidato per la DMD, potrebbe rendere le future ricerche sulla malattia più precise, più veloci e comprensive di un maggior numero di soggetti.

Articoli correlati



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni