Durante il Congresso annuale di ARVO (Association for Vision and Research in Ophthalmology) sono stati presentati i risultati di uno studio di fase I/II condotto sul farmaco sirolimus rivolto a pazienti affetti da atrofia geografica associata a Degenerazione Maculare Senile (AMD).
L’AMD è la causa principale di cecità tra gli adulti di età superiore ai 55 anni nei Paesi sviluppati e si può manifestare in due forme: quella neovascolare (umida o essudativa) e quella secca.

L’atrofia geografica è la forma avanzata di AMD secca e si caratterizza per la perdita irreversibile di tessuto retinico nella macula; perdita che si traduce in punti di cecità permanente nella visione centrale del paziente.

Lo studio condotto dai ricercatori statunitensi (Maryland) ha avuto lo scopo di analizzare sicurezza ed efficacia dell’uso intravitreale di sirolimus per trattare l’atrofia geografica in sei pazienti. I soggetti arruolati hanno ricevuto iniezioni di sirolimus da 44 mcg ogni due mesi per un periodo di 24 mesi in un occhio selezionato casualmente. L’altro occhio non trattato è stato valutato come controllo.

Secondo i dati ottenuti, però, l’uso intravitreale di sirolimus non produrrebbe benefici né anatomici né  funzionali nei pazienti affetti da questa forma di AMD secca.

Leggi la notizia completa su Pharmastar.


 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni