Ipofosfatemia

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare Alcune malattie trovano poco spazio anche sui libri di genetica. Per questo motivo la ricerca condotta dalla prof.ssa Sabrina Giglio dell’Ospedale Pediatrico Meyer ha un valore unico. L'indagine sull' #acidosi tubulare renale distale. bit.ly/2GppBys
About 10 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Sono molto promettenti i primi risultati con la #terapiagenica SB-525 per i pazienti con #emofilia A. bit.ly/2Ya9dYD
About 12 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Le #malattierare non vanno in vacanza. Dall’on @RobBagnasco la richiesta indirizzata al @MinisteroSalute : approvare quanto prima il Piano Nazionale Malattie Rare e porre rimedio alle tante patologie non ancora riconosciute. bit.ly/30LkPmH
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #ScreeningNeonatale per la #SMA «Questo progetto può essere una grande spinta per l’estensione dello screening a livello nazionale. Un’iniziativa pregevole, grazie alla sinergia creatasi attorno a @famigliesma .» L’intervista a @tepetrangolini youtu.be/7PAl0oYIyXU pic.twitter.com/Rl0MIXTstH
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare XLH: Raccontaci la tua storia! Da oggi i pazienti con #XLH o i loro familiari potranno contattare la nostra redazione per raccontare la propria esperienza quotidiana con la malattia xlh@osservatoriomalattierare.it #XLHStories #Ipofosfatemia bit.ly/2OkdqsW pic.twitter.com/RLs6e1VXYu
1 day ago.

Stabilire un'alleanza strategica tra gli operatori del settore finanziario italiano e le imprese italiane operanti nel settore biotecnologico, al fine di creare le condizioni per consentire un maggiore intervento finanziario nel capitale delle imprese biotech. Sono questi gli obiettivi dell'accordo siglato da Assobiotec, l'Associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie e AIFI, l'Associazione italiana del private equity e venture capital. L'accordo dà il via a una collaborazione stabile tra le due organizzazioni e prevede, quale strumento operativo, la costituzione di una Commissione mista con rappresentanti delle due Associazioni.

L'intesa mira nel complesso al rafforzamento di un comparto che, forte di 319 imprese che investono in Ricerca e Sviluppo biotecnologica (valore investimenti pari a 1100 milioni di Euro, secondo il rapporto Assobiotec-Ernst&Young ‘Biotecnologie in Italia 2010’), può contare su un forte potenziale di sviluppo. Nello specifico, Assobiotec e AIFI, attraverso la sua Commissione sul Venture Capital, opereranno per promuovere la costituzione in Italia di fondi specializzati nel biotech. Al contempo AIFI raccoglierà e analizzerà i dati relativi agli investimenti effettuati dai propri associati nel comparto biotecnologico italiano. Tali dati saranno pubblicati nell'ambito del BioInItaly Report, realizzato annualmente da Assobiotec ed Ernst&Young, con la collaborazione di Farmindustria e ICE.
“Con questa intesa intendiamo agire concretamente per creare nuovi strumenti di finanziamento del settore, al fine di rafforzare la capacità del nostro paese di creare, sviluppare e consolidare imprese innovative - ha commentato Alessandro Sidoli, presidente di Assobiotec. - Abbiamo un grande potenziale, fatto di imprese di valore ed elevata capacità di ricerca. Servono però nuovi strumenti, tarati sulle specificità del settore che, sul modello di altre realtà europee, permettano di avviare nuovi investimenti, rafforzando così la competitività del nostro sistema”.
“L'accordo di collaborazione con Assobiotec consolida un rapporto già maturato negli anni, con l'obiettivo di far nascere anche in Italia nuovi strumenti di venture capital specializzati nel comparto - ha dichiarato Giampio Bracchi, presidente di AIFI - Il settore biotech offre importanti prospettive di valorizzazione economica della nostra ricerca, ma per avere successo sono necessarie iniezioni importanti di capitale di rischio, che solo nuovi fondi adeguatamente capitalizzati possono mettere a disposizione”.


Articoli correlati



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni