Michele Maio eletto presidente del Nibit nel corso del X° convegno nazionale

Siena - Diventa sempre più rilevante l’impegno di Siena, con il policlinico Santa Maria alle Scotte, nel campo della bioterapia dei tumori. Michele Maio, direttore dell’Immunoterapia Oncologica dell’ospedale senese, ed uno dei massimi esperti della terapia biologica del cancro, è stato nominato presidente del NIBIT, il Network Italiano per la Bioterapia dei Tumori, nato a Siena proprio 10 anni fa.

L’importante traguardo è stato raggiunto nel corso del X° congresso nazionale a cui hanno partecipato i rappresentanti di oltre 40 gruppi nazionali impegnati nella ricerca e nell’applicazione clinica di nuove terapie immunologiche e biologiche nei tumori. “Questa nomina – spiega Maio – è il riconoscimento per il lavoro portato avanti insieme a tanti professionisti in tutti questi anni ed è un risultato  importante anche per Siena e per la Regione Toscana che hanno fortemente creduto in questa nuova frontiera dell’oncologia, con sostegno, incoraggiamento e risorse”.

Il Nibit rappresenta la consolidata rete cooperativa italiana focalizzata all’immuno-bioterapia dei tumori che raggruppa e coordina l’attività dei principali gruppi che si occupano di immuno-bioterapia dei tumori in Italia. Scopo principale  del X° Meeting è stato quello di potenziare ulteriormente il collegamento tra i gruppi italiani esistenti, e tra questi e differenti gruppi internazionali, per promuovere le attività di ricerca pre-clinica e clinica sull’immuno-bioterapia del cancro.

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni