Dal 20 al 25 Settembre torna l’appuntamento con la Settimana della Scienza. Seminari scientifici, mostre, laboratori, visite guidate nei più importanti Centri di Ricerca si svolgeranno in tutta Italia con l'obiettivo di divulgare la scienza al grande pubblico. La settimana si concluderà il 25 settembre con la Notte Europea dei Ricercatori, un evento che si svolge ogni anno in tutta Europa l'ultimo venerdì di Settembre che vuole rendere più familiare la figura del ricercatore e il mondo della ricerca.

Anche per questa edizione, la decima consecutiva, il Lazio detiene il primato italiano con il maggior numero di manifestazioni ed iniziative. Sono tantissimi, infatti, gli eventi dedicati alle scuole e ai più giovani; ma non solo, spazio anche ad aperitivi scientifici e alle tavole rotonde.

L'organizzazione è affidata a DREAMS, il primo progetto classificato in Europa, pensato e realizzato dall'Associazione Frascati Scienza che può contare sul supporto dei più importanti istituti di ricerca e atenei italiani (ASI, CNR, ENEA, EGO VIRGO, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, con Sapienza Università di Roma, Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" e Università Roma Tre) e il sostegno dell'Unione Europea e che coinvolge diverse città italiane, Roma e Frascati, Trieste, Bologna, Milano, Ferrara, Bari, Cagliari, Pavia e Pisa.

Partner d'eccezione della manifestazione è l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù che, oltre alle visite interattive dei laboratori di ricerca e l'incontro con i ricercatori clinici, metterà a disposizione i propri medici per avere informazioni e svolgere diversi test diagnostici gratuiti. Prick test per allergeni inalati ed alimentari; Elettrocardiogramma per lo screening delle cardiopatie aritmogene; il test del Microbiota, per conoscere la flora batterica intestinale che influisce sull'andamento di molte malattie; quello del sudore, per intercettare il contenuto di sodio e cloro nel sudore così da identificare la fibrosi cistica; quello del gusto per individuare la predisposizione genetica e disturbi del metabolismo; il test della saliva, per individuare le differenze genetiche nella percezione dei sapori; la spirometria, per intercettare problemi respiratori e asma; la dermatoscopia, per la diagnosi dei nervi a rischio e la glucometria, necessaria alla misurazione del tasso di glucosio nel sangue.

Si parlerà anche del database Orphanet: grazie a 5.000 nomi, sinonimi e sintomi di malattie rare conosciute in ordine alfabetico, i medici di famiglia e i cittadini stessi possono indirizzare analisi investigative mirate ai propri disturbi patologici o presunti tali.

Clicca qui per visionare gli eventi della Notte Europea dei Ricercatori.

Articoli correlati

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni