Tornano gli appuntamenti formativi sulla Vita Indipendente promossi dal Gruppo Giovani dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare.

Giovedì 12 novembre alle ore 17.30 si svolgerà un webinar con Natascia Curto, del Centro Studi per i Diritti e la Vita Indipendente dell’Università di Torino. Il webinar è inserito nel progetto “Si fa presto a dire Vita Indipendente”, un percorso promosso a partire da giugno 2020 dal Gruppo Giovani UILDM per formare sui temi legati alla Vita Indipendente che ha come obiettivo il raggiungimento di un’autonomia che non è solo abitativa o lavorativa, ma si inserisce nel più ampio campo dell’autodeterminazione della persona con disabilità, ossia la possibilità di decidere per sé e la propria vita.

L’incontro prevede un limite di 20 partecipanti. Per avere il link di partecipazione inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e specificare nome, cognome e un contatto telefonico.

“La vita indipendente per me – spiega Natascia Curto - è quello che dice la Convenzione ONU: vivere nella società sulla base di uguaglianza con le altre persone indipendentemente dalle condizioni personali, sociali e di disabilità in cui ci si trova”.

Educatrice e dottore di ricerca in Scienze Umane e Sociali, Natascia Curto è attualmente professore a contratto presso il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino. Si è occupata degli approcci educativi che promuovono l’accesso ai diritti, anche attraverso il ruolo delle associazioni. Collabora con il Centro Studi dalla sua fondazione.

 

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni