L’ospedale incontra il territorio. Prendersi cura del paziente affetto da SLA e della sua famiglia diventa più semplice” è l’evento che Fondazione Policlinico Agostino Gemelli IRCCS e il Centro Clinico NeMO stanno organizzando nell’ambito del progetto “Supporto al paziente SLA e accompagnamento alla sua famiglia”, finanziato dalla Direzione Regionale Salute e Politiche Sociali di Regione Lazio.

L’incontro - che si svolgerà in streaming la mattina del 25 settembre 2020, dalle 8.30 alle 13.30 - è specificamente rivolto al personale medico e sanitario delle ASL della nostra Regione nonché ai medici di base del territorio, con l’obiettivo di avviare e sostenere percorsi di cura al domicilio della persona affetta da patologia neuromuscolare, in particolare SLA, nella gestione delle problematiche assistenziali quotidiane del malato che, sin dal momento della diagnosi, necessita di essere seguito da una équipe multidisciplinare che lo accompagni e lo guidi durante la perdita graduale delle funzioni (neurologo, pneumologo, dietista, fisiatra, fisioterapista, psicologo, ecc.). Per assicurare al malato SLA e alla sua famiglia un “continuum” di cura è, infatti, sostanziale che i percorsi assistenziali siano volti a migliorare quanto più possibile la qualità della vita partendo dalla considerazione che la SLA - sebbene inguaribile - possa essere curabile.

Per l’iscrizione ed eventuali informazioni gli interessati possono contattare i seguenti riferimenti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; tel. 06.30158219.

Scarica qui la brochure dell’evento. 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni