La sindrome di Sjögren è una rara patologia autoimmune, sistemica e degenerativa che, pur essendo poco conosciuta, rappresenta un grande problema sociale. Il prossimo 23 luglio ricorre proprio la Seconda Giornata Mondiale della Sindrome di Sjögren e, per l'occasione, l'associazione italiana A.N.I.Ma.S.S. Onlus ha organizzato un importante meeting che avrà luogo a Salerno, presso la Sala Riunioni del Grand Hotel Salerno (Lungomare Clemente Tafuri, 1).

La sindrome di Sjögren è una patologia altamente invalidante che colpisce soprattutto le donne e che, dato il suo carattere sistemico, aggredisce gran parte degli organi del corpo umano, come gli occhi, la bocca, la pelle, l'esofago, i reni, il pancreas, il fegato, il cuore, i polmoni e gli apparati genitale, cardiocircolatorio e osteo-articolare.

Come nello scorso anno, A.N.I.Ma.S.S. Onlus ha deciso di dare vita, in occasione della Giornata Mondiale del 23 luglio, ad un importante incontro che ha l'obiettivo di riunire i maggiori specialisti sulla sindrome di Sjögren, le Autorità italiane e i rappresentanti delle associazioni dei pazienti, per discutere sulla patologia e richiamare l'attenzione sulle difficili condizioni in cui versano le persone affette da questa sindrome non ancora riconosciuta come malattia rara, grave e degenerativa.

Numerosi sono gli ospiti che arricchiranno questo evento di sensibilizzazione e confronto, che avrà inizio a partire dalle ore 15:00 e si concluderà alle 20:00 con una cena sociale.

Per partecipare, è obbligatorio iscriversi mediante un'apposita scheda scaricabile dal sito internet di A.N.I.Ma.S.S. Onlus.

Per informazioni:
tel: 338 4825642
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Articoli correlati

Sportello legale

L'esperto risponde

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni